4.174 CONDIVISIONI
Coronavirus
21 Febbraio 2020
12:53

Dai tamponi evidenziati altri tre contagiati da Coronavirus: “Sei casi in Lombardia”

“Dai tamponi sono stati evidenziati altri tre contagiati, siamo a 6 casi in tutto in Lombardia”. Lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, parlando dei casi di contagio da Coronavirus trovati a Codogno, in provincia di Lodi. Si tratta di tre persone che si sono presentate con la polmonite al pronto soccorso. Non è ancora chiaro quali siano i loro contatti con il 38enne che per primo è risultato positivo al virus.
A cura di Simone Gorla
4.174 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

"Lavoriamo per individuare tutti i contatti diretti delle persone contagiate. Da tamponi sono stati evidenziati altri tre casi, siamo a 6 casi in tutto in Lombardia". Così sui casi di contagio da Coronavirus in Lombardia, l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, parlando in conferenza stampa a Palazzo Lombardia. Sono tre persone che si sono presentate con la polmonite all'ospedale di Codogno. Al momento sono in corso le verifiche sui contatti tra queste tre nuove persone contagiate e il paziente 38enne contagiato. "Sappiamo dove abitano, alcuni non sono in grado di dare informazioni in merito, perché si tratta di quadri clinici di polmoniti importanti", hanno spiegato i tecnici della Regione. "Abbiamo circa 250 persone che stiamo mettendo in isolamento", ha aggiunto l'assessore. Come verificato da Fanpage.it, una delle tre persone contagiate arrivate ieri sera verso le 20 in ospedale a Codogno è un uomo. È stato portato al pronto soccorso dagli operatori della croce Casalese, ora anch'essi soggetti a test per verificare la presenza o meno del Coronavirus nel loro organismo.

Primi casi di contagio avvenuto in Italia

Il 38enne di Castiglione d'Adda, primo caso di contagio in Italia da Coronavirus, non sarebbe stato di recente in Cina, ma a fine gennaio era stato a cena da un amico e collega di lavoro che era da poco rientrato dal Paese asiatico. L'uomo si era recato al pronto soccorso di Codogno una prima volta il 16 febbraio con febbre alta, era stato rimandato a casa ed era poi tornato in ospedale il 19 febbraio con una grave crisi respiratoria. Il 38enne è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale di Codogno. Contagiati da Coronavirus anche la moglie del 38enne e il suo amico: la donna, insegnante di educazione fisica all'ottavo mese di gravidanza, è ricoverata come l'altro amico all'ospedale Sacco di Milano, attrezzato come lo Spallanzani di Roma per le bioemergenze.

4.174 CONDIVISIONI
26080 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni