87.680 CONDIVISIONI
Covid 19
9 Marzo 2020
23:21

Coronavirus, dopo l’annuncio di Conte lunghe code in tutti i supermercati

Lunghe code davanti ai supermercati a Roma e Napoli dopo il provvedimento annunciato dal premier Giuseppe Conte che ha esteso la “zona rossa” a tutta l’Italia. Nella Capitale c’è ressa all’esterno del Carrefour h24 a Garbatella. Stessa situazione fuori dal supermercato di piazza Europa nel capoluogo campano. La corsa all’acquisto di generi alimentari è però inutile: tra le “necessità comprovate” per cui si può uscire di casa c’è anche la spesa per generi alimentari.
A cura di Simone Gorla
87.680 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Lunghe code davanti ai supermercati a Roma e Napoli dopo il provvedimento annunciato dal premier Giuseppe Conte che ha esteso la "zona rossa" per il coronavirus a tutta l'Italia, con limitazioni agli spostamenti sul territorio nazionale solo per chi ha giustificati motivi di lavoro, necessità o salute.

Coronavirus, ressa e code fuori dai supermercati

Centinaia di persone si sono messe in fila davanti agli ingressi dei supermercati aperti di notte con l'intenzione di fare scorte alimentari. Anche a causa delle norme che impongono gli ingressi contingentati, si sono formate lunghe code nei parcheggi dove la gente si è messa in coda con il carrello. Un'iniziativa del tutto inutile, dal momento che le norme non prevedono in nessun caso la chiusura dei negozi di alimentari e, come si è già visto in Lombardia, non c'è alcun rischio di mancati approvvigionamenti: i beni di prima necessità sono garantiti. Tra le "necessità" per cui, secondo il decreto del governo, è possibile uscire di casa c’è anche la spesa per generi alimentari.

 

File alla Garbatella a Roma e a piazza Europa a Napoli

Molti i cittadini preoccupati si sono precipitati a fare scorte. Ressa all'esterno del Carrefour aperto h24 a Garbatella, a Roma. Sempre nella Capitale, nella zona di San Lorenzo, accesso consentito solo a cinque per volta. La direzione del supermercato ha dovuto chiudere per mezz'ora perché all'interno c'erano troppi clienti.

Tutti in attesa di fare la spesa anche al Carrefour di piazza Europa a Napoli. Identica la situazione anche di fronte ai negozi di via Cilea e via Ugo Niutta. Come già più volte evidenziato dalle autorità sanitarie, si tratta di comportamenti sbagliati che creano assembramenti, aumentando il rischio di trasmissione del virus.

87.680 CONDIVISIONI
32460 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni