Cresce l'allarme a Catania per i nuovi contagi da coronavirus: un ragazzo di 17 anni, ieri notte tra i partecipanti a una serata in una delle discoteche in spiaggia più frequentate della città, è risultato positivo al Covid. Il ragazzo è giunto al Pronto soccorso del Policlinico con febbre e sintomi blandi. Anche il padre che lo accompagnava è risultato positivo, ma asintomatico. L’Asp ha rintracciato una trentina di persone che gli sono state a più stretto contatto e ha disposto anche per loro l’isolamento ma ha pure invitato tutti coloro che erano in quel locale a mettersi in quarantena. La notizia della positività del giovane ha fatto anche il giro di social network e chat. Sembra che un conoscente del ragazzo contagiato abbia postato in un gruppo un audio nel quale mette in allarme tutti coloro che alcuni giorni fa avevano partecipato alla festa. Nel giro di qualche ora il messaggio è diventato virale al punto che centinaia di genitori hanno mandato in tilt i centralini dell'Ufficio territoriale Covid dell’Asp che quello del pronto soccorso del Policlinico.

Sui social e sulle chat di whatsapp è circolato anche il nome del locale dove si è svolta la festa, che tutti indicano nell'Afrobar, noto ritrovo notturno della Plaia di Catania. In serata però il titolare del locale  ha diffuso la seguente nota: “Fin da quando abbiamo aperto quest'estate siamo stati molto rigidi nel rispettare tutte le regole previste dalla normativa e siamo sempre stati attenti a chiunque acceda ai nostri locali (…) Non ci è pervenuto nessun intervento medico effettuato dall'apertura fino alla chiusura del locale. Al momento non ci è stato comunicato nulla di ufficiale dalle autorità competenti riguardo questa voce che sta girando nelle ultime ore. Pertanto, ad oggi, per noi si tratta di una fake news. Vi aspettiamo per divertirci nel pieno rispetto delle regole”.