59 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Convocato a scuola, padre di uno studente aggredisce il professore: violenza a Reggio Calabria

Ancora un episodio di violenza all’interno di una scuola. Un padre di 34 anni si è scagliato contro un docente dopo una discussione inerente la condotta scolastica del figlio di 12 anni che aveva aggredito un compagno.
A cura di Susanna Picone
59 CONDIVISIONI
Immagine

Ancora un episodio di violenza all’interno di una scuola e ancora un volta è il genitore di un ragazzo a scagliarsi contro un insegnante del figlio. Questa volta è accaduto in una scuola primaria e di secondo grado di Reggio Calabria.

Uno dei docenti dell’Istituto comprensivo è stato aggredito fisicamente da un giovane padre di trentaquattro anni dopo una discussione inerente la condotta scolastica tenuta dal figlio. Nei dettagli il genitore, a seguito di un litigio intercorso qualche giorno prima tra il figlio e un compagno di classe durante l’orario di lezione di educazione fisica, era stato convocato scuola per parlare con il docente coordinatore di classe ed essere informato del comportamento tenuto dal figlio, un ragazzo di dodici anni. Quest’ultimo, secondo le ricostruzione, aveva aggredito un compagno.

Arrivato a scuola, dopo aver chiesto al minore chi fosse il docente che lo aveva fatto convocare, il padre dell’alunno si è rivolto a lui con tono minaccioso “urlando che non doveva essere disturbata la famiglia del ragazzino”, si legge in una nota dei Carabinieri. Quindi lo ha aggredito fisicamente sbattendolo contro un muro e afferrandolo per il collo.

L’insegnante, assistito dal personale della scuola, fortunatamente non ha riportato traumi significativi dopo l’aggressione ma ha deciso ugualmente di ricorrere alle cure mediche. I carabinieri della Stazione di Cannavò, dopo aver svolto gli accertamenti del caso, hanno identificato il trentaquattrenne che verrà deferito all’Autorità Giudiziaria per lesioni, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, poiché l’insegnante era impegnato nell’esercizio delle proprie funzioni all’interno della scuola.

Solo di pochi giorni fa l'aggressione ai danni del preside Marco Cesario a Taranto, prima aggredito verbalmente dalla madre di una bambina, alunna della scuola materna, e poi malmenato dal padre. Cesario, che ha riportato lesioni alle mani e al volto giudicate guaribili in sette giorni, ha poi formalizzato la denuncia.

59 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views