Il Ministero della salute ha diramato l’avviso di richiamo di un lotto di provola a marchio F.lli Gentile per la presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto coinvolto, chiamato “formaggio a pasta filata di latte di mucca”, è venduto in forme da circa un chilo e mezzo e appartiene al lotto 27 con scadenza al 27/01/2018. La provola ritirata dagli scaffali è prodotta dall’azienda F.lli Gentile snc nello stabilimento di via Bellavista a Carlopoli, in provincia di Catanzaro, identificato dal marchio IT 18/131/CEE. Il ministero raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto sopraindicato e di restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’azienda al numero 3396168277.

Ieri Il Fatto Alimentare ha inoltre ha comunicato che il Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) ha segnalato 82 prodotti alimentari. "L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta – spiega Il Fatto – comprende due casi: presenza di Salmonella enterica (ser. Typhimurium) in carne di pollo separata meccanicamente, congelata, dalla Francia; mercurio in squalo mako (Isurus oxyrinchus) congelato dalla Spagna. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: infestazione da parassiti (anisakis) in tre lotti di nasello refrigerato (Merluccius merluccius) dalla Spagna; sostanza non autorizzata (E265 – acido deidroacetico) in formaggio Manchego dalla Spagna; ingrediente alimentare non autorizzato (pianta tongkat ali – Eurycoma longifolia) in integratore alimentare dagli Stati Uniti (nome del prodotto: “Prosupps Halotropin”, in confezione da 90 capsule, codice articolo: A118141016, TMC: 30.11.2018)".