La famiglia di una 27enne ha scoperto che la donna ha una relazione extraconiugale e per salvare l’onore ha organizzato una vera e propria caccia all’uomo nei confronti dell’amante. È successo a San Cono, nel Calatino (territorio del Catanese).

I Carabinieri della Stazione locale hanno denunciato 4 persone facenti parte dello stesso nucleo familiare del posto, composto da padre di 47 anni, madre di 45 e due figli rispettivamente di 22 e 24, ritenuti responsabili a vario titolo di minacce aggravate, violazione di domicilio, porto abusivo di armi e danneggiamento. Ad allertare i militari sarebbe stata proprio la chiamata dell'amante, un uomo di 47 anni, che ha raccontato che il più giovane dei fratelli della ragazza con la quale intratteneva la relazione gli sarebbe entrato in casa minacciando lui e il proprio fratello con un coltello a serramanico.

La vittima sarebbe stato costretto a nascondersi in una stanza dell'abitazione, assieme al fratello per ripararsi dalla furia del ragazzo. Quest'ultimo avrebbe poi puntato la lama verso il nipote dell'uomo, un 16enne a cui avrebbe gridato: "Devo ammazzare tutta la famiglia!". Pochi minuti dopo sarebbe entrata nell'abitazione l'intera famiglia dell'aggressore: padre, madre e un altro fratello. "Dimmi dov’è tuo zio o ti do un colpo di zappa!" la minaccia nei confronti del minore. Per fortuna l’obiettivo della spedizione punitiva non è stato trovato, ma prima di andarsene uno dei fratelli della famiglia ha distrutto l'auto dell'amante della sorella.

L’aggressore 22enne, quando i carabinieri si sono recati a casa della famiglia per effettuare una perquisizione, ha consegnato ai militari il coltello di 21 cm che aveva puntato al petto delle vittime.