225 CONDIVISIONI
1 Luglio 2022
15:52

Caso Jessica Lesto: non è stato omicidio, è morta per overdose di cocaina

Stando alle ricostruzioni degli inquirenti la 32enne aostana sarebbe morta nella prima metà di maggio, tra i 15 e 30 giorni prima del ritrovamento. Sul corpo non sono stati riscontrati segni evidenti di violenza.
A cura di Biagio Chiariello
225 CONDIVISIONI

Jessica Lesto, la donna ritrovata senza vita la sera del 30 maggio scorso in una fossa sull’argine del fiume Dora Baltea, è morta per “acuta intossicazione da cocaina". Il dato è emerso dall'esame tossicologico svolto sui resti della giovane su ordine della procura di Aosta. Il corpo della 32enne aostana, rinvenuto nelle vicinanze di un accampamento di senzatetto, è stato sottoposto a un esame tossicologico disposto dalla Procura di Aosta.

Sul caso era stato aperto un fascicolo per omicidio. Ipotesi di reato che, all'esito della consulenza affidata al medico legale Roberto Testi, cade definitivamente secondo la magistratura locale. Di conseguenza, gli inquirenti hanno ritenuto opportuno scartare anche la possibilità di un occultamento del cadavere. Il magistrato ha inoltre concesso il nulla osta così da dare ai familiari la possibilità di organizzare il funerale.

Stando alle ricostruzioni degli inquirenti Jessica sarebbe deceduta nella prima metà di maggio, tra i 15 e 30 giorni prima del ritrovamento. Sul corpo non sono stati riscontrati segni evidenti di violenza e nessun tipo di trauma; resta il fatto che i risultati dell’autopsia potrebbero essere stati compromessi dallo stato di decomposizione in cui era stato recuperato il cadavere.

Il marito di Jessica Lesto, Dia Matabara, 37enne di origine senegalese, è scomparso dalla metà di maggio ed è probabile sia attualmente all’estero. L'uomo e la donna avevano una relazione turbolenta a detta di chi li conosceva. Secondo quanto rivelato a Fanpage.it, il 37enne l'aveva già colpita in pieno volto con una bottiglia dopo una lite fuori da un bar di Aosta.

225 CONDIVISIONI
Alice Scagni, a difendere la famiglia il legale del caso Cucchi:
Alice Scagni, a difendere la famiglia il legale del caso Cucchi: "Genitori vittime dello Stato"
Trovata morta nella doccia dopo un mese: il suo cane in fin di vita le è stato vicino tutto il tempo
Trovata morta nella doccia dopo un mese: il suo cane in fin di vita le è stato vicino tutto il tempo
12.348 di Videonews
"Vieni che papà ti fa provare la polvere magica". Ragazzo di 13 anni positivo alla cocaina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni