0 CONDIVISIONI

Arezzo, 10 intossicazioni da funghi in due giorni. Appello dei sanitari: “Rivolgetevi ai centri micologici”

Quattro persone dal Casentino, due dal Valdarno e quattro ad Arezzo ‘avvelenate’ dai funghi raccolti. Appello dei sanitari a rivolgersi ai centri micologici: “Il servizio di controllo è gratuito e si può accedere senza appuntamento”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
0 CONDIVISIONI
Immagine

Complice il persistente bel tempo nelle zone di montagne, stiamo assistendo ad una tardiva nascita di funghi. E così sono in molti a raccogliere e consumare questi organismi spontaneo. Non senza qualche rischio, anche grave, come accaduto alla coppia di Treviso che qualche giorno fa è rimasta intossicata dopo aver mangiato alcuni esemplari di Lepiota di piccola taglia, specie velenoso-mortale per l’elevato contenuto di amatossine. Entrambi sono ricoverati in gravi condizioni all'ospedale Ca' Foncello.

Un altro episodio simile è arrivato dalla provincia aretina dove negli ultimi due giorni si sono contate ben 10 intossicazioni da funghi – 4 in Casentino, 2 in Valdarno e 4 ad Arezzo. Alcuni dei casi hanno avuto necessità di ricovero ospedaliero, hanno spiegato Daniela Donati e Carlo Gori, tecnici-micologi dell’ispettorato micologico del dipartimento della prevenzione della Asl Sud Est.

Allo scopo di prevenire spiacevoli situazioni ribadiamo di porre la massima attenzione nel raccogliere specie fungine non ben conosciute e di avvalersi della consulenza gratuita presso gli sportelli micologici dell'Ispettorato Micologico Asl sud est, spiegano gli esperti.

Donati e Gori ribadiscono: "Il nostro è un vero appello: rivolgetevi sempre all’ispettorato micologico. Il servizio di controllo è gratuito e si può accedere senza appuntamento. Nei nostri centri è sempre presente un micologo, che verifica se il fungo è commestibile o velenoso, o, anche se troppo vecchio e quindi da evitare comunque.”

0 CONDIVISIONI
Morte Roberta Repetto, assolto in appello il guru del centro che curò il suo cancro con le tisane
Morte Roberta Repetto, assolto in appello il guru del centro che curò il suo cancro con le tisane
I due ragazzi di Olbia non sarebbero scomparsi insieme: appello della Garante per l’infanzia
I due ragazzi di Olbia non sarebbero scomparsi insieme: appello della Garante per l’infanzia
Amici scomparsi a Olbia, i familiari: "Qualcuno sa, ma non vuole parlare"
Amici scomparsi a Olbia, i familiari: "Qualcuno sa, ma non vuole parlare"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni