Anziani che vengono truffati, probabilmente drogati o narcotizzati e poi infine derubati. Almeno due gli episodi avvenuti nei giorni scorsi a Bologna e denunciati alle forze dell'ordine, ma il timore è che il numero delle vittime, colpite con la stessa modalità, possa essere superiore. I due episodi denunciati finora alle forze dell’ordine sono avvenuti a Casalecchio di Reno e in un appartamento in zona Saffi a Bologna. Entrambe le vittime sono delle donne. Il primo episodio risale al 2 settembre scorso: alla vittima è stata svuotata la cassaforte. Le sarebbe accaduto qualcosa di simile a quanto denunciato, appena il giorno dopo, da un’altra anziana signora.

I due episodi denunciati alle forze dell'ordine – Il secondo episodio è appunto quello avvenuto il 3 settembre in un appartamento in zona Saffi. In questo caso la vittima è una pensionata di ottantacinque anni che sarebbe stata seguita in casa da una donna. Quest’ultima avrebbe utilizzato la scusa di dover parlare di un rimborso e avrebbe finto di fare una telefonata con un parente dell'anziana. A questo punto i ricordi della signora si interrompono, da qui l’ipotesi possa essere stata narcotizzata o drogata. Quando finalmente l’anziana si è risvegliata, ha avvertito un forte giramento di testa e ha scoperto che nella sua cassaforte non c’erano più gioielli per almeno 15.000 euro. Si presume che la signora possa essere stata in qualche modo convinta a consegnare le chiavi della cassaforte e forse drogata con un anestetico. La donna, sotto choc, ha denunciato il fatto in questura. Le forze dell'ordine chiedono la collaborazione di tutti nel segnalare casi di questo genere.