558 CONDIVISIONI
Coronavirus
9 Giugno 2021
15:43

Allerta focolaio Mariano del Friuli, prime comunioni col prete positivo: due scuole in quarantena

Allerta focolaio Covid a Mariano del Friuli dopo che don Michele Tomasin, parroco della chiesa di San Gottardo, è risultato positivo al virus qualche giorno dopo aver celebrato la messe delle Prime Comunioni. Due bambini e una mamma sono stati infettati e due scuole sono finite in quarantena. Il sindaco: “Non abbassare la guardia”.
A cura di Ida Artiaco
558 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

"Dopo un periodo di due settimane in cui il paese era ormai diventato Covid free si è registrata la positività del nostro parroco. Stiamo monitorando da vicino la situazione delle scuole. L’invito è quello di non abbassare la guardia, perché il rischio del contagio non è purtroppo ancora eliminato ed è quindi molto importante vaccinarsi". A parlare al Messaggero Veneto è Luca Sartori, sindaco di Mariano del Friuli, dove negli ultimi giorni è scoppiato un piccolo allarme focolaio legato alla positività al Covid-19 di don Michele Tomasin, parroco della chiesa di San Gottardo che la scorsa domenica 30 maggio ha celebrato il rito delle Prime Comunioni. Come riferisce la stampa locale, già un bimbo di circa 10 anni, che aveva partecipato alla messa, e la mamma sono stati contagiati, con il risultato che il paese è ora in subbuglio per quanto sta succedendo e le famiglie sono in fibrillazione. E anche un altro minore, non residente a Mariano ma che ha preso parte al rito, è rimasto infetto.

Prima di questi tre casi era risultato positivo proprio don Michele, che aveva officiato il rito religioso e che aveva avvertito i primi sintomi da Covid-19, anche con febbre, alcuni giorni dopo la celebrazione e ora si trova in quarantena. Le sue condizioni sono buone. "Il giorno delle prime comunioni, domenica 30 maggio, stavo benissimo e ho celebrato il rito in piena forza e salute. Soltanto il mercoledì successivo ho accusato i primi sintomi di stanchezza e di febbre. Venerdì 4 giugno ho poi fatto il tampone che è risultato positivo. Da quel giorno sono in isolamento", ha raccontato il sacerdote al Il Piccolo, al quale ha aggiunto: "Dopo che sono risultato positivo, l’azienda sanitaria si è informata riguardo alla Giornata delle prime comunioni. Ho dato loro tutti i nominativi dei partecipanti e l’Asugi è poi intervenuta per approfondire la situazione e fare tutti gli accertamenti sanitari ritenuti necessari. Mi sono messo in comunicazione con i bambini e le famiglie per sapere quali siano le loro condizioni di salute. Sono sempre in contatto con loro". I locali della chiesa sono già stati sanificati.

La vicenda ha avuto ripercussioni sulle scuole e sull’attività didattica. Una classe della scuola primaria di Mariano è stata messa in quarantena, mentre sono stati avviati i test di tracciamento per le altre classi, ed è stata chiusa la scuola d’infanzia di Moraro fino alle nuove disposizioni dell’Asugi.

558 CONDIVISIONI
26073 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni