27 Dicembre 2011
23:46

Al balcone per vedere i fuochi, colpita da un proiettile è salva

Dopo due giorni la donna è definitivamente fuori pericolo di vita. Il proiettile che l’ha colpita a Natale non ha lesionato organi interni.
A cura di Vincenzo Sbrizzi
policlinico Bari

Era affacciata al balcone a guardare i fuochi d'artificio per la notte di Natale ma a rovinarle la festa è stato un proiettile vagante. L'ennesimo caso di colpi di pistola sparato in aria nei giorni di festa si è verificato a Bari dove una 40enne albanese è stata raggiunta da un proiettile calibro 9 esploso insieme ai tradizionali fuochi d'artificio. Il proiettile ha colpito la donna al ventre ma fortunatamente adesso è salva e definitivamente fuori pericolo.

Dopo una delicata operazione chirurgica, la donna è riuscita a scampare alla morte miracolosamente. Il proiettile infatti non ha lesionato organi interni e medici sono riusciti a salvarle la vita fermando l'emorragia. La 40enne era nel suo appartamento di via Skanderbeg con la figlia ventenne incinta. Uscita a guardare lo spettacolo pirotecnico ha improvvisamente accusato un forte bruciore al ventre per poi accasciarsi al suolo perdendo immediatamente molto sangue. Immediatamente è stata trasportata al Policlinico di Bari dove i medici l'hanno immediatamente sottoposta all'intervento chirurgico che le ha salvato la vita.

Le forze dell'ordine si sono subito messe alla ricerca di chi ha esploso quel colpo di pistola che poteva risultare fatale alla donna. Fondamentale sarà l'analisi dei filmati raccolti dalle videocamere di sicurezza della zona che potrebbero svelare il colpevole. La prima ipotesi formulata dagli investigatori dopo un'analisi balistica parla di un colpo esploso in aria ma rimbalzato contro un muro per poi colpire la malcapitata 40enne.

La polizia, che sta conducendo le indagini su delega della procura barese, conta di riuscire a risalire almeno al numero di targa dell'auto da dove sarebbe partito il proiettile per poi effettuare sopralluoghi e perquisizioni. Non c'è stato solo l'incidente che poteva essere fatale alla donna albanese la notte di Natale. Sempre per effetto dei botti illegali è rimasto incendiato l'interno di un supermercato e due famiglie sono rimaste addirittura senza casa.

Proteste in Iran, uccisi tre bambini tra i 10 e i 14 anni: colpiti da raffica di proiettili
Proteste in Iran, uccisi tre bambini tra i 10 e i 14 anni: colpiti da raffica di proiettili
Il giallo dei due cacciatori morti in Trentino, “identificato
Il giallo dei due cacciatori morti in Trentino, “identificato" il proiettile che ha ucciso Lucietti
In Iran il governo cerca di fermare l'onda del cambiamento con proiettili e condanne a morte
In Iran il governo cerca di fermare l'onda del cambiamento con proiettili e condanne a morte
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni