Si chiamava Angelo Spadaro l'agente rimasto ucciso questa mattina sull'autostrada A18 Catania-Messina. Il poliziotto, 55 anni e in servizio alla Sottosezione Polizia Stradale di Giardini Naxos, è rimasto schiacciato contro il guard rail da un tir che l'ha travolto mentre stava intervenendo per un altro incidente. Insieme a lui, sono deceduti anche una donna di 80 anni e un camionista, oltre a 6 persone ferite. Spadaro lascia i genitori, una sorella e un fratello. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha dedicato a lui un messaggio pubblicato sul suo profilo Twitter. "Con grande dolore – ha scritto il leader del Carroccio – ho appreso della scomparsa del poliziotto Angelo Spadaro, travolto da un mezzo pesante questa notte sull'autostrada tra Catania e Messina mentre effettuava i rilievi per un altro incidente. Una preghiera per lui e per le due altre vittime", aggiungendo anche di ringraziare "tutte le donne e gli uomini della polizia di Stato per l'impegno straordinario che mettono ogni giorno per tutelare la sicurezza dei cittadini, in tutta Italia".

Anche il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha espresso "profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza" ai familiari di Angelo Gabriele Spadaro. Gabrielli ha inoltre fatto un augurio di pronta guarigione all'altro componente della pattuglia della Polizia Stradale, Assistente Capo Giuseppe Muscolino, rimasto ferito e ricoverato in ospedale, ma non in pericolo di vita, nonché alle altre persone coinvolte nel drammatico incidente. Tanti i messaggi di cordoglio anche sui social network: "Angelo, amico mio mi hai lasciato senza parole, destino crudele. Riposa in pace e veglia su di noi", ha scritto su Facebook Carmelo, mentre Tino ha sottolineato: "Onore a chi fa il proprio dovere rischiando la vita". E mentre la Procura ha aperto un'inchiesta per cercare di ricostruire l'esatta dinamica della strage sull'A18, proprio il tratto di autostrada in questione è stato chiuso al traffico, per permettere agli inquirenti di fare tutti gli accertamenti del caso.