Una forte scossa di terremoto ha colpito il Giappone nella  prima mattinata di lunedì, ora locale, provocando danni e morte. Il sisma, con intensità superiore  a magnitudo sei, ha avuto e epicentro nei pressi di Osaka , la seconda località del Giappone per numero di abitanti, causando numerosi crolli e purtroppo anche vittime. Il primo bilancio ufficiale del terremoto a Osaka è di almeno tre persone ritrovate morte e decine di feriti trasportarti negli ospedali cittadini, ma i media locali hanno affermato che i feriti sarebbero già duecento. Tra le vittime, secondo l'agenzia Kyodo, una bambina di 9 anni che sarebbe rimasta schiacciata dal crollo del muro perimetrale di una piscina nella città di Takatsuki, e un anziano di circa 80 anni.

Per precauzione molte scuole sono state evacuate, mentre alcuni treni sono stati fermati e le stazioni chiuse in attesa di verifiche alle linee elettriche. Le autorità locali hanno escluso il rischio di tsunami, riferendo però di crolli e incendi scoppiati in alcuni edifici. Il sisma è stato registrato dai sismografi alle 7:58 ora locale, due minuti prima dell'una in Italia. Dopo i primi dati, l'Agenzia meteorologica giapponese, ha comunicato che il terremoto in Giappone ha avuto magnitudo 5.9 poi ha modificato l'intensità a  6.1 con  epicentro a Takatsuki, nella prefettura di Ōsaka e ipocentro a una profondità di circa 15 km di profondità. Secondo i dati del servizio geologico statunitense Usgs, la potenza del sisma  invece è stata pari a magnitudo 5.3 della scala Richter. La scossa principale è stata seguita poi da numerose repliche nei minuti e nelle ore successive tutte di intensità superiore a magnitudo 2.5 tra cui alcune  superiore anche a  magnitudo 3.  Sebbene la sua entità fosse non sia eccessiva per il Giappone , si ritiene che il terremoto abbia provocato crolli e danni  a causa della profondità relativamente bassa.

Secondo i mesi locali, tra le vittime una bimba che in quel momento stava camminando a piedi in strada per andare a scuola  ed è stata colpita da un muro lungo diverse decine di metri che circondava una piscina a Takatsuki. Un'altra vittima sarebbe un 85enne  del quartiere Higashiyodogawa di Osaka che sarebbe rimasto schiacciato da una libreria crollata nella sua casa a seguito della scossa. Durante il terremoto, avvenuto nell'ora di punta del mattino, molti pendolari  sono rimasti bloccati nelle stazioni e nelle strade mentre numerosi gli interventi di persone bloccate negli ascensori. Anche gli aeroporti hanno subito uno stop temporaneo e le compagnie elettriche e del gas hanno segnalato uno stop alle forniture per decine di migliaia di case. Danneggiate infine anche alcune strade a causa di rotture delle condutture dell'acqua. "Il governo si è unito per rispondere al disastro e abbiamo dato la massima priorità alla vita delle persone", ha detto il primo ministro Shinzo Abe mentre il governo ha istituito una squadra di pronto intervento.