Met Gala 2022
3 Maggio 2022
10:35

Sarah Jessica Parker al Met Gala 2022 omaggia la prima stilista nera della Casa Bianca

Sarah Jessica Parker prende molto sul serio la presenza al Met Gala: studia per mesi e mesi il look della serata, per rispettare alla perfezione il dress code. Quest’anno per aderire al tema Gilded Glamour ha scelto di omaggiare una stilista di quegli anni: Elizabeth Hobbs Keckley, la prima stilista nera della Casa Bianca.
A cura di Giusy Dente
in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers
in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Met Gala 2022

Come di consueto, anche quest'anno tutti gli ospiti del Met Gala si sono dovuti attenere a un tema nella scelta degli outfit. L'edizione 2022 dell'evento è stata all'insegna del Gilded Glamour: a tutti è stato chiesto di ispirarsi, coi vari look da red carpet, al periodo compreso tra il 1870 e il 1890, la Gildead Age. Quei decenni sono stati caratterizzati dallo sfarzo e dal lusso dell'élite americana dunque c'è chi ha puntato sull'oro, chi sui gioielli e i cristalli, chi sull'abbondanza dei dettagli: insomma, tutte creazioni d'impatto, declinate in modo elegante o più stravagante. Era presente alla serata di gala anche Sarah Jessica Parker, che ha studiato nei minimi dettagli il suo abito per mesi e mesi.

Sarah Jessica Parker al Met Gala 2022

Da vera fashion addicted, Sarah Jessica Parker non lascia nulla al caso quando si tratta di eventi glamour e mondani. Al Met Gala è una presenza quasi fissa ed è solita studiare per mesi il look, preparandosi alla perfezione: "Non capisco come gli altri non passino dai 7 ai 10 mesi a lavorarci" ha detto a Vogue. Quest’anno per aderire perfettamente al tema proposto ha lavorato con lo stilista Christopher John Rogers. Non voleva solo un look adatto all’occasione, adeguato al dress code richiesto: voleva che desse spunti di riflessione sul ruolo della moda nella storia americana, che raccontasse qualcosa di più. Ecco perché la scelta è caduta sull’omaggio alla prima stilista donna nera alla Casa Bianca. Infatti la Gilded Age se da un lato è ricordata come un periodo d'oro, di grande prosperità negli Stati Uniti, dall'altro è stato anche un momento di grandi disparità sociali.

in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers
in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers

Al Met Gala 2022 l'omaggio a Elizabeth Hobbs Keckley

Elizabeth Hobbs Keckley è entrata nella storia. Ex schiava trasferitasi dalla Virgilia a Washington una volta conquistata la libertà, ha lavorato come stilista a fine Ottocento. È arrivata fino alla Casa Bianca, in qualità di prima donna nera a vestire una first lady. Infatti è stata la modista personale di Mary Todd Lincoln: realizzava per lei sofisticate ed elegantissime creazioni. I suoi erano abiti in stile vittoriano semplificato: linee pulite ed essenziali, niente nastri, ricami e pizzi. Sarah Jessica Parker e Christopher John Rogers hanno recuperato un suo bozzetto risalente al 1860 circa, apportando alcune modifiche al vestito per renderlo attuale e moderno.

in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers
in foto: Sarah Jessica Parker in Christopher John Rogers

La fantasia bianca e nera a quadri del corpetto e della gonna è stata lasciata intatta, così come l’assenza di decorazioni e dettagli eccessivi. Il lusso sta nei tessuti pregiati (faille di seta, moiré e taffetà) e nella maxi gonna con strascico, che è stata rispetto all’originale ulteriormente gonfiata. È stato invece eliminato il mantello, per dare maggiore enfasi al décolleté con un'ampia scollatura, che lascia le spalle scoperte. Niente ricami, bensì bottoni di cristallo Swarovski e pietre nere sul copricapo personalizzato. Quest'ultimo è il tocco di uno stretto collaboratore della Parker, colui che realizza per lei tutti i cappelli, Phillip Treacy.

22 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni