Festival di Sanremo 2022
31 Gennaio 2022
15:37

I look di Dargen D’amico a Sanremo 2022: giacche ispirate a Pina Bausch e optical per celebrare Patty Pravo

Tra i cantanti sul palco di Sanremo 2022 ci sarà anche Dargen D’amico, che con i suoi occhiali da sole e lo stile eclettico porterà a Sanremo un mood originale. Lo stylist Giulio Casagrande racconta a Fanpage.it gli outfit del cantante rivelando i marchi che l’hanno vestito.
A cura di Marco Casola
Dargen D’amico
Dargen D’amico
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Sarà uno dei cantanti ad esibirsi nella prima serata di Sanremo, che quest'anno andrà in onda su Raiuno da martedì 1 fino a sabato 5 febbraio 2022, e molti aspettano l'arrivo all'Ariston di un artista così "poco sanremese". Dargen D'amico sul palco apparirà con una serie di look originali ma mai sopra le righe, in cui dettagli sartoriali si mescolano con elementi glam e contemporanei. Tutti gli abiti saranno firmati da giovani designer e talenti emergenti del panorama moda. A raccontare a Fanpage.it lo stile del cantante, svelando in anteprima i dettagli degli outfit sanremesi scelti per le diverse serate, è Giulio Casagrande, storico stylist di Fedez, che lo scorso anno ha curato a Sanremo gli outfit del rapper per il duetto con Francesca Michielin.

Sanremo 2022: cosa hai pensato per lo stile di Dargen D'amico? 

Su Dargen sono arrivato un po' in ritardo. Mi ha chiamato il 24 dicembre dicendomi: "Voglio fare Sanremo con te". Da lì è partita una tempesta di idee. Ho scritto questo progetto di styling partendo da quelli che sono i nuovi talenti del panorama moda attuale, cercando di accordare i codici stilistici di ogni singolo marchio scelto con il mood di Dargen. E' un lavoro sperimentale. Volevo anche dare una visibilità maggiore a designer nuovi ed emergenti, che fossero già presenti sul nostro mercato italiano per dargli una spinta ulteriore.

Dargen D’amico
Dargen D’amico

Quali sono i marchi scelti per il Festival?

I marchi saranno quattro, uno per ogni serata: Alessandro Vigilante, Federico Cina, WAYERÖB by Alessandro Onori e Canaku. Non c'è nessun collegamento tra un look e un altro. Di solito quando si fa  Sanremo si cerca di creare una storia durante le diverse serate, che possono essere legate da un punto stilistico o da una storia di stile legata al pezzo musicale. In questo caso abbiamo solo collegato il codice stilistico del brand a quello di Dargen.

Fedez a Sanremo 2021 con un look Versace curato dallo stylist Giulio Casagrande
Fedez a Sanremo 2021 con un look Versace curato dallo stylist Giulio Casagrande

Puoi anticiparci alcuni dettagli dei look?

Con Alessandro Vigilante abbiamo scelto una sua giacca iconica da donna, ispirata a Pina Bausch, con un rever a caduta che scende fino all'orlo, e abbiamo creato per Dargen  un completo con questa giacca dalle tonalità molto interessanti e molto forti, ci sarà una contrapposizione tra rosa e rosso. Con Federico Cina abbiamo scelto una stampa antica del 1600, che ha utilizzato in alcuni capi della sua collezione Fall/Winter 2022, e abbiamo creato un completo tono su tono, riportando la stampa sulla seta. Questa stampa vuole essere un'ode a Sanremo e al carattere eclettico di Dargen. Con Wayerob abbiamo fatto un percorso ancora diverso, perché il marchio lo vestirà per la serata delle cover. Siamo dunque partiti da uno studio della traccia che Dargen canterà, "La bambola" di Patty Pravo. Con Alessandro Onori, stilista del marchio, abbiamo preso un pantalone pijama trasformandolo in un pantalone tuxedo e usato una contrapposizione optical, facendo tutto bianco e nero per ricordare il mood anni '60 del pezzo di Patty Pravo. Con Canaku abbiamo scelto un look in lurex della Fall/Winter. Il look per la serata finale è rigoroso ma con un tocco un po' matto. Avrà poi sempre gli occhiali abbinati ai diversi look.

Lo stylist Giulio Casagrande
Lo stylist Giulio Casagrande

Ci sono state delle richieste particolari da parte di Dargen D'amico?

Mi ha dato totale libertà, lui è un caro amico, ci conosciamo da tanto tempo. Si fida di me. Mi chiesto solo di non apparire sul palco con un look troppo istituzionale. I nostri  outfit infatti non hanno nulla di classico, non ci sono tagli regular. Abbiamo giocato sui dettagli e con le stampe. Con Dargen mi sento libero di muovermi e sperimentare cercando di farlo sentire sempre a suo agio, senza pormi troppi paletti.

568 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni