4 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Eredità Hermès a rischio per il maggiordomo: “Ha soggiogato Nicolas Puech, erano amanti”

La scelta dell’unico erede di Hermès di lasciare il patrimonio miliardario al domestico torna a far discutere dopo la rivelazione pubblicata da un quotidiano svizzero.
A cura di Arianna Colzi
4 CONDIVISIONI
Hermès
Hermès

La telenovela sull'eredità di Hermès non si esaurisce. Dopo la decisione dell'unico erede della prestigiosa famiglia francese, Nicolas Puech, di lasciare tutto al domestico, le polemiche non sono mancate. Tuttavia, nelle ultime ore, stando a quanto riporta il quotidiano svizzero Blick, l'eredità di circa 10 miliardi di franchi sembrerebbe essere tornata in bilico.

L'eredità di Hermès torna a far discutere

La scelta di Nicolas Puech di lasciare il suo patrimonio al suo tuttofare, un 51enne di origini marocchine, aveva fatto il giro del mondo. Per rendere valida legalmente la sua decisione, il miliardario francese ha adottato il domestico, in modo da agevolare il passaggio dell'eredità. Un patrimonio miliardario a cui si aggiungono gli immobili e le azioni della casa di moda, di cui Puech possiede il 5,7%. Adesso, però, stando a quanto riporta il quotidiano svizzero, una persona a lui vicina avrebbe presentato un esposto all'Autorità svizzera per la protezione di adulti e bambini.

Hermès
Hermès

La denuncia approfondisce il legame tra Puech e il domestico rivelando come i due siano in realtà amanti. La persona che ha sposto denuncia, però, ipotizza che l'età avanzata di Nicolas Puech, oggi ottantenne, renderebbe possibile un'eventuale "circonvenzione di incapace". La presunta relazione si sarebbe concretizzata durante il lockdown della primavera del 2020. Oltre all'eredità miliardaria, infatti, il domestico aveva già ricevuto un immobile di lusso a Marrakech come regalo. Puech, inoltre, gli aveva donato una maxi villa da 4 milioni a Montreux, in Svizzera. 

Nicolas Puech | Foto Bernard Bisson
Nicolas Puech | Foto Bernard Bisson

Oltre all'esposto all'Autorità svizzera per la protezione di adulti e bambini, è già in atto una battaglia legale. L'eredità di Puech, infatti, doveva essere destinata alla Fondazione Isocrate, una Ong svizzera che l'erede di Hermès aveva fondato. Il segretario della fondazione, Nicolas Borsinger, aveva già dichiarato il testamento "nullo" per via del mancato rispetto del patto successorio. Insomma la battaglia in tribunale sembra essere solo agli inizi, anche considerato che, secondo la legge svizzera, il testamento può essere cambiato solo con un accordo tra le parti in causa.

4 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views