video suggerito
video suggerito
Royals

Camilla è la regina del riciclo: come mai la sovrana continua a riproporre gli stessi abiti

La moglie di Carlo III continua a indossare look già sfoggiati in altre occasioni e tra i motivi potrebbe esserci il sostegno al marito, molto attento alla sostenibilità e alla transizione green nel settore della moda.
A cura di Annachiara Gaggino
201 CONDIVISIONI
La regina Camilla
La regina Camilla
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

C'è una scena nella seconda stagione di The Crown dove alla regina Elisabetta II vengono presentati una serie di abiti appena confezionati che la accompagneranno nel suo tour del Commonwealth. Alla sovrana veniva presentato un vestito diverso per ogni apparizione pubblica, realizzato appositamente per l'occasione e probabilmente destinato a non essere indossato mai più. Una scena che al giorno d'oggi non sarebbe ripetibile, un po' perché la monarchia ha un'immagine diversa, un po' perché proprio re Carlo ha come obiettivo svecchiare la Corona e mettere in pratica politiche di sostenibilità, iniziando proprio dalla moda e dall'abbigliamento. Proprio la regina Camilla ieri ha indossato un abito che le era già stato visto addosso diverse volte.

La regina Camilla
La regina Camilla

Quando la regina Camilla ha riutilizzato i suoi abiti

Le volte in cui la moglie di Carlo III ha riproposto i suoi look preferiti sono numerose, nonostante il suo ruolo istituzionale la regina non approfitta del suo status privilegiato e, come ogni donna comune, indossa i vestiti che ha nell'armadio più e più volte. È il caso dell'abito con stampa pavone, che è stato riproposto svariate volte; sembra che la mise firmata Fiona Clare, infatti, sia una delle sue preferite e che ha sfoggiato a settembre, in occasione del suo primo evento dopo le vacanze estive in Scozia e che poi è stato riproposto diverse volte, la prima appena un mese dopo a un ricevimento a Buckingham Palace e poi qualche settimana fa per una visita alla Moreland Primary School.

La regina Camilla
La regina Camilla

Ma questo non è l'unico abito che la regina Camilla ha voluto riproporre con frequenza, proprio ieri ha indossato un abito nero firmato sempre da Fiona Clare, caratterizzato da ricami bianchi sul petto e da una chiusura a bottoni, il pezzo è stato visto diverse volte addosso alla moglie di Carlo III che lo ha indossato per il sessantesimo anniversario del Disasters Emergency Committee (Comitato per i disastri e le emergenze), per cui i sovrani avevano aperto il Salone da ballo di Buckingham Palace.

La regina Camilla in Fiona Clare
La regina Camilla in Fiona Clare

La regina è riuscita anche a non lasciare nell'armadio l'abito dell'incoronazione, un capo che non si pensava potesse essere indossato nuovamente. Eppure non ha voluto sprecarlo e in occasione del King's Speach alla House of Lord, per l'apertura del Parlamento Britannico, la monarca si è presentata con lo stesso abito bianco della cerimonia dello scorso anno.

La regina Camilla in Fiona Clare
La regina Camilla in Fiona Clare

Perché la la sovrana non vuole vestiti nuovi

Quelle citate sono solo alcune delle volte in cui la regina Camilla ha riproposto outfit già visti, anche poco tempo prima. Ma per quale motivo la moglie di re Carlo III non vuole aggiungere nuovi abiti al suo armadio? Uno dei motivi principali è lanciare un messaggio: dal momento in cui è diventato re, il figlio di Elisabetta II si è impegnato per dare alla monarchia un'immagine più snella, più moderna, cercando di liberarsi da vecchi orpelli. A cominciare dall'incoronazione, che ha voluto rendere più semplice rispetto a quelle celebrate in passato.

Re Carlo e la regina Camilla il giorno dell'incoronazione
Re Carlo e la regina Camilla il giorno dell'incoronazione

Ma il sovrano è anche molto attento alla sostenibilità ed è impegnato nella lotta contro il cambiamento climatica; quando era ancora principe del Galles aveva dato, assieme all'imprenditore italiano Federico Marchetti, a una task force dedicata allo sviluppo di soluzioni innovative per accelerare la transizione green del settore moda. Sicuramente la sensibilità del sovrano ha inciso anche su quella della regina, che segue il marito in questo progetto e lo sostiene limitando l'acquisto dei suoi abiti.

201 CONDIVISIONI
611 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views