Non saranno gli Australian Open il primo torneo dello Slam da professionista per Lorenzo Musetti. Il baby talento del tennis italiano, che aveva esaltato lo scorso settembre agli Internazionali d'Italia, è stato eliminato al primo turno delle Qualificazioni che si disputano, a causa del Covid, sempre sul cemento ma a Doha. Il giocatore di Carrara che era una delle sedici teste di serie è stato sconfitto da un giocatore olandese Bostic Van De Zandschulp, numero 156 della classifica mondiale.

Musetti ko con Van De Zandshculp

Si dice giustamente che certe sconfitte fanno parte di un percorso di crescita. Sulle qualità di Musetti ci sono molti pochi dubbi e per questo tutti gli esperti pensavano che Lorenzo si sarebbe qualificato per gli Australian Open, che quest'anno si disputeranno dall'8 al 21 febbraio. Vinto il primo set 6-3 l'azzurro è stato rimontato e superato da Van de Zandschulp che dopo aver vinto 6-1 il secondo set ha conquistato il terzo con il punteggio di 6-4. Un brutto passo falso senza dubbio ma che comunque poteva essere messo in preventivo da questo ragazzo che ora avrà la possibilità di rifarsi. Non riuscirà a giocare il primo Slam del 2021, ma potrà continuare a giocare nel circuito challenger dove potrà guadagnare punti e vittorie oltre a tanta esperienza.

Lo splendido 2020 di Lorenzo Musetti

Musetti è un 2002, ha disputato la finale degli US Open Juniores e ha vinto quella degli Australian Open due anni fa. Lo scorso anno ha avuto un grande finale di stagione, ottenendo due successi prestigiosi agli Internazionali d'Italia ed è diventato il primo 2002 a disputare una semifinale in un torneo ATP, l'Open di Sardegna. Inoltre ha vinto il challenger di Forlì. Quest'anno cercherà di entrare tra i primi 100 giocatori della classifica mondiale.