Australian Open
21 Febbraio 2021
11:41

Djokovic vince gli Australian Open per la 9a volta, in finale ha battuto Medvedev

Djokovic con il punteggio di 7-5 6-2 6-2 batte Daniil Medvedev e vince per la nona volta gli Australian Open. Il numero 1 del mondo si conferma quasi imbattibile a Melbourne dove conquista il 18° titolo Slam della sua carriera, ora è -2 da Roger Federer e Rafa Nadal. Già in questo 2021 ha la possibilità di raggiungerli e superarli.
A cura di Alessio Morra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Australian Open

Gli Australian Open sono un torneo semplice: 128 tennisti vi partecipano e alla fine vince sempre Djokovic. Prendendo in prestito e adattando una storica frase di Gary Lineker si può sintetizzare l'esito della prima prova del Grande Slam del 2021. Il numero uno del mondo faticando meno del previsto ha vinto per la nona volta a Melbourne e battendo Daniil Medvedev ha conquistato il 18° torneo Slam della sua carriera e si è avvicinato ulteriormente a Nadal e Federer, che hanno vinti 20. Ora Nole sogna il Grande Slam e pensa magari anche al sorpasso, o almeno all'aggancio in questa stagione.

Il percorso tortuoso di Djokovic e quasi netto di Medvedev

Djokovic nel corso del torneo ha dovuto saltare parecchi fossi, con Fritz al terzo turno ha vinto al quinto, si era fermato per un problema fisico, aveva detto di aver subito uno stiramento o forse uno strappo, fosse stato così si sarebbe dovuto ritirare e invece in quattro set si è sbarazzato di Raonic e Zverev, che ha gettato un'occasione d'oro, poi la semifinale con Karatsev che è stato un allenamento agonistico.

Immaginava di trovare una resistenza maggiore il serbo in finale. Innanzitutto perché Medvedev è un futuro numero 1, qualificandosi per l'ultimo atto di Melbourne salirà al numero 3, e perché il russo aveva vinto le ultime venti partite, tra Parigi Bercy, ATP Finals, batté pure Djokovic con un doppio 6-3, ATP Cup e Australian Open, con un percorso netto se si eccettuano i due set persi con Krajinovic e la lite con coach Cervara.

Djokovic-Medvedev finale senza storia

Ma le finali sono tutta un'altra cosa. E Medvedev, pure se una finale Slam l'aveva giocata, una delle più belle degli ultimi anni con Nadal agli US Open del 2019, ha pagato l'emozione: ha perso il servizio subito, ha recuperato il break, ma nel momento decisivo è venuto meno, cedendo la battuta nuovamente sul 6-5. Perso il primo set è andato in tilt, è vero che ha strappato la battuta a Djokovic in apertura del secondo, ma il serbo doveva rifiatare, e dopo averlo fatto ha ottenuto un doppio break, set in controllo, prima del 6-2. Dopo 1h17′ la partita era già ben incanalata e finale completamente diversa da quello dello scorso anno vinta in cinque set su Thiem. Un altro break in avvio di terzo set e partita che di fatto si è chiusa lì. Peccato per lo spettacolo. La prima finale di un torneo di tennis importante con migliaia di spettatori è stata bruttina ed è durata meno di due ore, ma lo strapotere di Djokovic è da vero numero uno.

18 Slam per Novak Djokovic

Nole conquista il 18° torneo dello Slam, ora è a -2 da Federer e Nadal, il 9° a Melbourne – ha vinto una volta il Roland Garros, tre gli US Open e cinque volte Wimbledon, l'ultima con quella meravigliosa finale con Federer che mancò due matchpoint. E ora Djokovic è pronto a conquistare altri record, tra un paio di settimane sarà anche il tennista con più settimane al vertice nella storia del tennis.

30 contenuti su questa storia
Naomi Osaka vince gli Australian Open 2021, battuta la Brady in due set
Naomi Osaka vince gli Australian Open 2021, battuta la Brady in due set
La finale degli Australian Open 2021 sarà Djokovic-Medvedev: il russo batte Tsitsipas in semifinale
La finale degli Australian Open 2021 sarà Djokovic-Medvedev: il russo batte Tsitsipas in semifinale
Medvedev-Tsitsipas in semifinale agli Australian Open dopo la famosa lite di Miami
Medvedev-Tsitsipas in semifinale agli Australian Open dopo la famosa lite di Miami
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni