Indy Munoz, la campionessa della Superbike brasiliana morta in un tragico incidente / Instagram
in foto: Indy Munoz, la campionessa della Superbike brasiliana morta in un tragico incidente / Instagram

È una notizia terribile quella che arriva da Goiana, in Brasile: la pilota Indiana Munoz, nota come Indy, è morta in seguito a un incidente nella gara di apertura della classe 600 della stagione 2020 della Goias Superbike che si è disputata domenica all’Autodromo Internazionale Ayrton Senna di Goiana. Indy Munoz aveva 29 anni ed era una campionessa e istruttrice di pilotaggio. L’evento si stava tenendo a porte chiuse a causa delle preoccupazioni dovute all’emergenza Coronavirus (qui gli aggiornamenti in tempo reale e le ultime notizie sulla situazione in Italia e nel mondo).

Superbike brasiliana, morta la pilota Indy Munoz

La giovane pilota era al via della classe 600 e si trovava in seconda posizione quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della moto alla Curva Zero. Secondo quanto riportato da chi era in circuito, Indy non sarebbe riuscita a impostare la curva e, nella caduta, la moto l’avrebbe colpita violentemente. Soccorsa in pista, è stata rapidamente trasportata all’ospedale di Goiana, dove è arrivata in fin di vita. Per la gravità delle lesioni riportate, non è purtroppo sopravvissuta a un intervento di emergenza. Il team medico ha cercato in ogni mondo di rianimarla, ma per la campionessa non c’è stato nulla da fare. In una nota ufficiale, il Dipartimento dello Sport del Goiana ha espresso le sue condoglianze alla famiglia Munoz per la tragica fatalità.

Indiana Munoz, classe 1990, era originaria di Dajabón, un comune della Repubblica Domenicana, ma si era trasferita in Brasile per la carriera sportiva. Nel 2013, si era laureata campionessa dell Superbike brasiliana, confermandosi nel 2014 nella categoria 1000. Aveva anche vinto l’edizione 2016 delle 100 Miglia di Interlagos nella categoria 300. Era stata inoltre tre volte campionessa della Kawasaki Ninja 300 e campionessa brasiliana della Yamaha R3 Cup. Nel giro di poco meno di due anni, si tratta del secondo incidente mortale all’Autodromo Internazionale Ayrton Senna di Goiana dove nell’agosto del 2019 ha perso la vita Welles Lins de Carvalho Balbino, anche lui pilota della Goias Superbike in seguito a un incidente nella gara valida per la terza tappa del campionato. La tragedia, tra l’altro, si era consumata nella stessa curva dove è caduta la pilota. Welles, che stava gareggiando nella categoria SBK Escola 1000, uscì dritto dal tracciato, colpendo violentemente il muretto.