6.463 CONDIVISIONI
4 Settembre 2022
15:31

Sainz arriva per il pit stop ma la Ferrari dimentica una gomma! Gara rovinata nel GP d’Olanda

Quasi 13 secondi di pit-stop per una gomma ‘dimenticata’ ai box della Ferrari al momento del cambio durante il Gp d’Olanda. “Dio mio!” esclama Carlos Sainz in radio quando si accorge che non c’era la posteriore sinistra pronta.
A cura di Maurizio De Santis
6.463 CONDIVISIONI
Il momento del cambio gomme disastroso che ha penalizzato lo spagnolo, Carlos Sainz, in occasione del rientro ai box durante il Gran Premio d’Olanda.
Il momento del cambio gomme disastroso che ha penalizzato lo spagnolo, Carlos Sainz, in occasione del rientro ai box durante il Gran Premio d’Olanda.

Incredibile e tragicomico. È quel che accade ai box della Ferrari al momento del rientro di Carlos Sainz durante il Gran Premio d'Olanda. Il suo pit-stop dura 12,7 secondi. Un'eternità. Il motivo? I meccanici avevano dimenticato una gomma. O meglio, c'era anche ma era quella sbagliata. "Oh… Dio mio!", esclama il pilota spagnolo irritato, stupito, incavolato abbastanza da credere di trovarsi in brutto sogno e che, no, il suo staff non avrebbe mai potuto commettere un errore di quel tipo. Grottesco. Da dilettanti. Autolesionista. Invece, è l'amara realtà dei fatti.

La posteriore sinistra non era pronta. Il meccanico responsabile ha infatti utilizzato una mescola dura al posto di quella media prevista per il pit stop. "Oh… Dio mio!", urla infastidito Sainz impugnando con rabbia la cloche della vettura: era in terza posizione quando ha scelto di anticipare il rientro ai box al quindicesimo giro. Chiaro l'intento: giocare d'anticipo rispetto alla strategia degli avversari. ma quel che sembrava una mossa opinabile s'è trasformato in un disastro. L'effetto, oltre alla figuraccia (l'ennesima), è stato tremendo: ingolfato nel traffico in uscita dalla pit-lane, è scivolato all'undicesimo posto.

Dalla camera a bordo della vettura di Perez si nota il pasticcio che succede ai box del Cavallino.
Dalla camera a bordo della vettura di Perez si nota il pasticcio che succede ai box del Cavallino.

Com'è mai possibile che accadano cose del genere? Il Team Principal del Cavallino, Binotto, ha provato anche a dare una spiegazione a caldo per quel pasticcio: ha ammesso che dal muretto hanno richiamato l'iberico ai box all’ultimo secondo ecco perché lo pneumatico s'era ‘perso'. Un messaggio che, evidentemente, non è stato trasmesso immediatamente al gruppo, preso alla sprovvista e costretto a rimediare in tutta fretta con quel che ne è conseguito in termini di immagine e di resa su pista.

"Si è trattato di un semplice pasticcio – ha ammesso Binotto –. La chiamata è arrivata all’ultima curva e i meccanici non hanno avuto il tempo materiale per prendere le gomme. Volevamo reagire alla mossa di Hamilton, ma era semplicemente troppo tardi".

Il momento di smarrimento dei meccanici della Ferrari quando si accorgono che la ruota posteriore sinistra non è pronta.
Il momento di smarrimento dei meccanici della Ferrari quando si accorgono che la ruota posteriore sinistra non è pronta.

La descrizione dell'incidente è surreale. La Legge di Murphy è stata implacabile ancora una volta con la Scuderia di Maranello: se ci sono due o più modi di fare una cosa, e uno di questi modi può condurre a una catastrofe, allora qualcuno la farà in quel modo. E così è stato… la quarta delle quattro gomme contrassegnate con il colore giallo (mescola media) non era stata preparata per il montaggio.

Lo pneumatico posteriore sinistro viene sostituito correttamente montando quello con mescola media.
Lo pneumatico posteriore sinistro viene sostituito correttamente montando quello con mescola media.

La corsa affannosa all'interno del paddock per recuperarla ha reso tutto più pazzesco, compromettendo la gara dello spagnolo. Non è l'unico episodio legato al quel frangente a rendere la situazione in sé ridicola: nel ripartire dalla propria postazione, Perez (che era alle spalle del ferrarista) ha calpestato una delle ‘pistole' usate dai meccanici per il cambio pneumatici.

6.463 CONDIVISIONI
Spavento per un meccanico Ferrari, Sainz terrorizzato dopo il pit stop:
Spavento per un meccanico Ferrari, Sainz terrorizzato dopo il pit stop: "Come sta?"
Sainz vittima della strana scelta FIA a Interlagos: l'inspiegabile ritardo penalizza la Ferrari
Sainz vittima della strana scelta FIA a Interlagos: l'inspiegabile ritardo penalizza la Ferrari
La Mercedes è tornata, doppietta nel GP del Brasile: trionfa Russell, Sainz terzo e Leclerc quarto
La Mercedes è tornata, doppietta nel GP del Brasile: trionfa Russell, Sainz terzo e Leclerc quarto
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
454
2
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
308
3
S. Pérez Red Bull
Red Bull
305
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
275
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
246
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
759
2
Ferrari
554
3
Mercedes
515
4
Alpine
173
5
McLaren
159
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni