334 CONDIVISIONI
9 Ottobre 2021
10:00

Sainz in pista nel Q2 solo per ‘salvare’ Leclerc nelle qualifiche del GP Turchia: capolavoro Ferrari

Capolavoro strategico della Ferrari nel corso delle qualifiche del GP della Turchia: Carlos Sainz mandato in pista nel finale di Q2 solo per salvare il compagno di squadra Charles Leclerc da quella che sembrava una certa eliminazione. Lo spagnolo che, data la penalità che dovrà scontare in griglia, aveva deciso di ritirarsi dopo il Q1 per risparmiare un treno di gomme, dunque è stato fondamentale tirando la scia al monegasco nel suo ultimo tentativo.
A cura di Michele Mazzeo
334 CONDIVISIONI

Qualifiche di Formula 1 anomale quelle del GP della Turchia andate in scena oggi sul circuito di Istanbul. In pista infatti nel Q2 c'erano solo 14 vetture e una sola Ferrari, quella di Charles Leclerc. Era infatti assente Carlos Sainz che, pur avendo superato il taglio in Q1, aveva deciso di non partecipare alla seconda frazione della sessione di qualifica del 16° appuntamento del Mondiale 2021. Ma lo spagnolo è stato costretto a rivedere i suoi piani e tornare in pista negli ultimi secondi per dare una mano al compagno di squadra Charles Leclerc.

Il motivo di questo forfait va ricercato nel fatto che la scuderia di Maranello ha scelto di montare la quarta power unit stagionale con il nuovo sistema ibrido, già introdotta sulla monoposto del monegasco nello scorso GP a Sochi, anche sulla SF21 dello spagnolo che dunque si è visto comminare una penalità che lo costringe a partire in ogni caso dall'ultima casella della griglia di partenza nella gara di domenica.

Come fatto da Charles Leclerc a Sochi, Carlos Sainz aveva deciso di scendere in pista a Istanbul solo per il solo Q1. Dietro la scelta del pilota della Ferrari di non prendere parte alla Q2 delle qualifiche del GP della Turchia c'è la volontà di non consumare treni di gomme invano. Treni di gomme che potrebbero poi tornare utili nella gara che lo vedrà costretto ad una non semplice rimonta verso la zona punti.

Con quasi tutti i set di pneumatici immacolati lo spagnolo tiene aperte le porte a diverse strategie nella corsa della domenica potendo quindi optare per una strategia a una o a due soste da modificare eventualmente in corso d'opera adattandola agli avversari e alle possibilità di scalare il maggior numero di posizioni possibili. E in questo, anche un solo treno di gomme soft risparmiate, può fare una grandissima differenza.

Carlos Sainz però nel finale del Q2 è dovuto rientrare per salvare il compagno di squadra Charles Leclerc in grande difficoltà: il monegasco aveva un solo tentativo per entrare tra i migliori dieci e accedere così al Q3, per avvantaggiarlo la Ferrari ha deciso di mandare in pista lo spagnolo, non per cercare il giro veloce, ma soltanto per tirare "la volata" al compagno di squadra dandogli la scia per due terzi di tracciato. Cosa questa che ha permesso al pilota di Monte Carlo di evitare una clamorosa eliminazione in Q2, accedere al Q3 e prendersi poi la terza casella della griglia di partenza per la gara di domenica. Un vero e proprio capolavoro di strategia per il Cavallino.

334 CONDIVISIONI
Caos Ferrari in Messico, Leclerc spiega perché ha frenato Sainz: "Mi hanno detto di non farlo"
Caos Ferrari in Messico, Leclerc spiega perché ha frenato Sainz: "Mi hanno detto di non farlo"
Sainz e Leclerc frenati in Qatar dall'ordine del muretto Ferrari: "Non spingete mai"
Sainz e Leclerc frenati in Qatar dall'ordine del muretto Ferrari: "Non spingete mai"
Qualifiche F1 GP Qatar in TV, gli orari e dove vederle su TV8 e Sky
Qualifiche F1 GP Qatar in TV, gli orari e dove vederle su TV8 e Sky
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Aston Martin Red Bull Racing
Aston Martin Red Bull Racing
352
2
L. Hamilton Mercedes
Mercedes
344
3
V. Bottas Mercedes
Mercedes
203
4
S. Pérez
190
5
L. Norris McLaren
McLaren
153
Pos.
Team
Punti
1
Mercedes
546
2
Aston martin red bull racing
541
3
Ferrari
297
4
McLaren
258
5
Alpine
137
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni