Quanto accaduto in occasione del Gran Premio d'Austria di MotoGP continua a far discutere. Johann Zarco che con una manovra azzardata ha causato il terribile incidente con Franco Morbidelli da cui sono usciti miracolosamente indenni lo stesso italiano e il connazionale Valentino Rossi, ha rimediato una frattura allo scafoide. Il due volte campione del mondo francese di Moto2 sarà costretto a finire sotto i ferri per una situazione che potrebbe compromettere la sua partecipazione al Gran premio di Stiria.

Zarco si opera allo scafoide dopo il terribile incidente al GP Austria

Alla fine ad avere la peggio nel terribile incidente del Gran Premio d'Austria di MotoGP è stato proprio Johann Zarco, ovvero il pilota accusato di aver innescato la pericolosa carambola con una manovra azzardata. Il francese della Ducati nelle scorse ore si è sottoposto agli esami di rito che hanno evidenziato una frattura allo scafoide. Un problema che lo costringerà a finire sotto i ferri come annunciato dal diretto interessato in un'intervista a La Gazzetta dello Sport: "Con la Ducati abbiamo deciso di operarmi, l'intervento sarà effettuato mercoledì mattina a Modena da dottori Tarallo e Catani".

Zarco, tempi di recupero. Il pilota della Ducati vuole correre al GP di Stiria

I tempi di recupero? Zarco proverà comunque ad essere in pista al Gran Premio di Stiria in programma nel prossimo fine settimana: "Il piano è di andare in Italia, farmi operare e tornare qui in Austria per vedere come mi sento, se mi dichiareranno ok o meno, ed eventualmente provare. Avendo già girato la settimana scorsa, non avrei bisogno di fare tutte le prove.  Correre è anche importante per il mio futuro. Per questo ero incerto se operarmi o aspettare".

Il pilota due volte campione della Moto2 dunque proverà a stringere i denti anche perché in ballo c'è il suo futuro e un posto da titolare in Ducati. Nel frattempo non si placano le polemiche per la manovra che ha causato l'incidente nell'ultimo Gran Premio, da cui sono usciti miracolosamente illesi anche Valentino Rossi e Vinales. Zarco è tornato sulle pesanti parole di Morbidelli che lo ha definito un "mezzo assassino" spiegando: "Franco mi ha chiesto scusa per aver detto quelle parole, ma dopo aver visto il video a caldo lo aveva interpretato come se avessi fatto apposta per bloccarlo. Gli ho detto che io non potrei mai pensare di fare una cosa così in una fase di staccata, e che per me non ero andato larghissimo".