Il campionato Mondiale 2020 di MotoGP ha preso finalmente il via. Con la prima sessione di prove libere del GP di Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera la classe regina del Motomondiale infatti ha dato il via alla nuova stagione posticipata a causa dell'emergenza sanitaria globale legata alla diffusione del coronavirus (qui gli aggiornamenti con le ultime notizie dall'Italia e dall'estero).

A piazzare il miglior tempo in questo primo approccio con il circuito spagnolo è stato il campione del mondo in carica Marc Marquez in sella alla Honda che nel giro più veloce ha fermato il cronometro sull'1:37.350 precedendo di 24 millesimi l'alfiere della Yamaha Maverick Vinales e Cal Crutchlow con la Honda clienti del team LCR di 88 millesimi.

Quarto tempo per Andrea Dovizioso che con la sua Ducati si è fermato a 121 millesimi dal leader di questa prima PL1 stagionale, quinto lo spagnolo della Suzuki Joan Mir (+131 millesimi da Marquez) che ha chiuso davanti a Jack Miller del team Pramac in ritardo rispetto al miglior tempo della sessione di 137 millesimi. Soltanto tredicesimo tempo (a poco meno di 8 decimi da Marc Marquez) per Valentino Rossi in sella alla M1 della Yamaha appena dietro a quello che quasi certamente sarà il suo compagno di team nella prossima stagione, ossia Franco Morbidelli del team Petronas.

Il 41enne di Tavullia ha fatto però meglio sia del suo "erede" in Yamaha Fabio Quartararo che, avendo cominciato la sessione con 20 minuti di ritardo rispetto agli altri a causa di una penalizzazione comminatagli nei giorni precedenti, non è riuscito ad andare oltre il 17° miglior tempo della sessione mattutina finendo immediatamente dietro al fratello e compagno di squadra del leader, Alex Marquez finito 16°.