La sorpresa sul circuito della Repubblica Ceca arriva verso la fine delle qualifiche. È Johann Zarco a mettere mani e cappello sulla sua prima pole position con la Ducati Avintia. Lo ha fatto con il tempo di 1:55.687 e approfittando anche delle sfortune altrui… uno in particolare: Quartararo che finora ha dominato la scena nelle prime prove del Mondiale di MotoGp. A Brno qualcosa va storto e la buona sorte questa volta deve avergli girato le spalle, almeno per quanto riguarda la tornata decisiva per stabilire la griglia di partenza.

Caduto all’ultimo giro, deve accontentarsi della seconda posizione e un po' sente anche il fiato sul collo di Franco Morbidelli. Bene l’Aprilia con Aleix Espargaro quarto, così così Valentino Rossi decimo. Disastrosa invece la performance di Andrea Dovizioso, che scatterà addirittura dalla diciottesima casella sull'asfalto, confermando tutti i problemi palesati in questo avvio anomalo di stagione.

"Quasi non ci credo che sono riuscito a centrare la pole position – ha ammesso Zarco a Sky Sport, poco dopo aver chiuso le qualifiche in vetta alla griglia -. È da venerdì che facciamo un buon lavoro e si vede che siamo in crescita". È lo stesso pilota a spiegare con maggiore precisione cosa è successo e quali sono questi progressi che a Brno lo hanno spinto davanti a tutti. "Già con la gomma nuova avevo più capacità di fare un giro secco buono – ha aggiunto -. Sono arrivato subito in Q2 ed ero più attaccato agli altri ed è venuto fuori questo tempo. Significa che la moto va molto bene".

MotoGP, la griglia di partenza di Brno
1    J. Zarco 1:55.687
2    F. Quartarato +0.303
3    F. Morbidelli +0.311
4    A. Espargarò +0.387
5    M. Vinales +0.444
6    P. Espargarò +0.455
7    B. Binder +0.612
8    D. Petrucci +0.767
9    J. Mir +0.825
10    V. Rossi +0.828