"Le cure sono efficaci". Le condizioni di Fausto Gresini sono migliorate rispetto alle ultime notizie dei giorni scorsi che raccontavano di un lieve peggioramento nonostante fosse risultato negativo al tampone. Le conseguenze del Covid lo tengono inchiodato in ospedale a Bologna, lo spirito lo aiuta a lottare contro quel nemico sottile che ne ha messo la vita in bilico. È suo figlio Lorenzo, 25 anni, a fornire l'aggiornamento più recente sulle condizioni di salute e sull'evoluzione della terapia che i medici stanno seguendo con la somministrazione dei farmaci. Cominciano a fare effetto, un segnale incoraggiante rispetto a giorni caratterizzati da sbalzi clinici preoccupanti e recuperi altrettanto importanti.

Oggi babbo si è ristabilizzato – si legge nel messaggio postato sulla pagina Facebook da Lorenzo Gresibi – con i valori di ossigenazione che ora sono sufficienti, è stato sedato in modo che possa essere lui più tranquillo e le cure più efficaci, la febbre al momento non è presente.

Gresini è attualmente ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, si trova dalla fine dell'anno scorso (30 dicembre) quando le complicazioni provocate dal morbo lo costrinsero al trasferimento nella struttura del ‘Maggiore' meglio attrezzata rispetto a Imola. Lo stato di salute dell'ex campione di motociclismo e oggi manager della MotoGp è scandito da alti bassi, lo spiega anche suo figlio Lorenzo.

Ci tengo a precisare che le cure sono state tutte eseguite correttamente da personale medico preparato e competente, che ringraziamo; questi alti e bassi sono dovuti all'estrema delicatezza dei pazienti che si trovano in terapia intensiva.

Nell'attesa che il papà si riprenda è il figlio a scrivere il diario quotidiano sulle sue condizioni di salute. In scuderia – la Gresini Racing – attendono il suo ritorno e nel frattempo si preparano a partecipare a tutte le classi del Motomondiale che a marzo scatterà in Qatar. Il 17 febbraio, invece, ci sarà la presentazione ufficiale dell'attività agonistica del team per la stagione. La vittoria più bella è rivedere al più presto Fausto che lotta come un leone per guarire.