Dopo le prime due sessioni del venerdì, i piloti tornano in pista sul circuito del Mugello al sabato mattina per la terza sessione di prove libere del GP della Toscana Ferrari 1000, nono appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1. Le scuderie hanno dunque avuto l'ultima possibilità di testare le monoposto in vista delle qualifiche che andranno in scena nel pomeriggio.

A piazzare il miglior tempo nella FP3 del primo gran premio sul circuito di proprietà della Ferrari è stato ancora una volta Valtteri Bottas che nel suo miglior tentativo a bordo della Mercedes ha fermato il cronometro sull'1:16.530. Il finlandese, che già aveva concluso in testa sia l'FP1 che l'FP2, ha preceduto di appena 17 millesimi l'alfiere della Red Bull Max Verstappen. Terza prestazione invece per il leader del Mondiale Lewis Hamilton in ritardo di 83 millesimi dal tempo fatto registrare dal compagno di squadra.

Quarto tempo invece per Lance Stroll (+0.582 dal leader della sessione) che con la sua Racing Point ha chiuso davanti al vincitore del GP di Monza Pierre Gasly su Alpha Tauri (5°, +0.696) e al compagno di squadra Sergio Perez (6°, +0.811).

Migliora rispetto alla seconda sessione il pilota Ferrari Charles Leclerc che chiude con il 7° tempo (+0.958 dal crono di Bottas). Il monegasco ha preceduto l'altro pilota Red Bull Alexander Albon, l'altro alfiere dell'Alpha Tauri Daniil Kvyat e il sorprendente Romain Grosjean che con la sua Haas motorizzata Ferrari chiude la Top 10.

Fuori dai primi dieci della sessione e lontanissimo dal compagno di scuderia invece Sebastian Vettel che con la sua SF-1000 ha chiuso con il 18° crono di giornata. Peggio del tedesco hanno fatto solo Lando Norris (che paga ancora l'incidente avuto in FP2) e George Russell.

Prestazione mediocre per due dei protagonisti dell'ultimo GP di Monza, vale a dire Esteban Ocon (11°)  e Carlos Sainz (12°). Buona prova invece per i driver Alfa Romeo con Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen che chiudono rispettivamente con il 13° e il 14° tempo della sessione precedendo anche l'altra Haas di Kevin Magnussen, l'altra Williams di Nicholas Latifi e la Renault di Daniel Ricciardo classificatosi 17° appena davanti a Vettel.