Al Mugello accade di tutto. Gara sospesa due volte, otto piloti ritirati, quattro tutti assieme in un incidente avvenuto sul rettilineo, e tre partenze, non accadeva dal 1990 (Gp del Belgio). E 90 è il numero che esce al Gran Premio della Toscana dove Hamilton ha vinto la 90esima gara della sua carriera. Sul podio Bottas e Albon, quarto Ricciardo. La Ferrari non ha celebrato nel migliore dei modi il suo 1000° GP. Leclerc ottavo, Vettel in zona punti.

Si ritira subito Verstappen

Hamilton non è lesto al via, Bottas lo supera, Leclerc pensa di attaccarlo, ma poi resta dietro e tiene la terza posizione, già eccelsa considerato il sorpasso alle due Red Bull. Verstappen invece accusa grossi problemi alla power-unit Honda si trova il mezzo al gruppo, viene tamponato e si ritira dopo poche curve, fuori con lui Gasly, vincitore la scorsa settimana a Monza.

Che incidente sul rettilineo, gara sospesa

La Safety Car resta in pista, vi esce quando sta per iniziare l’ottavo giro. Bottas tiene fermo il gruppo il più possibile, sbaglia. A centro gruppo Latifi non è attento, perde il controllo della sua Williams e innesca un incidente che coinvolge anche Sainz, Giovinazzi e Magnussen. Tutti ritirati. Le immagini sono forti, da tempo non si vedeva qualcosa del genere in Formula 1. Bandiera rossa e gara sospesa. I piloti fortunatamente stanno tutti bene.

Hamilton brucia Bottas

C’è un’altra ripartenza. I freni di Hamilton fumano, il campione del mondo parte forte si mette in scia di Bottas e poi lo supera all’esterno in modo meraviglioso dopo la prima curva. Leclerc è sempre terzo, ma dopo qualche giro è costretto a lasciar strada a Stroll, lo passeranno poi anche Ricciardo, Perez e Albon. Il monegasco torna ai box e prova a ricostruire la sua gara, mentre Vettel annaspa fuori dalla top ten.

Brutto incidente per Stroll, altra bandiera rossa

Il finale è molto interessante mentre Hamilton tiene a bada Bottas. Ricciardo, Stroll e Albon si giocano il podio, chi l’avrebbe detto un po’ di tempo fa. Mentre Leclerc viene recuperato da Kvyat, prima di subire il sorpasso la Ferrari numero 16 va ai box, mentre Vettel non riesce ad avvicinarsi a George Russell. Al 44° giro Lance Stroll, autore fino a quel momento di una buona gara, distrugge la sua vettura. La direzione della corsa decide di mandare in pista la Safety Car e ennesimo colpo di scena.

Hamilton vince il 90° Gp della carriera

La gara riprende con un’altra partenza, che bello e che emozione. Ricciardo si beve Bottas, mentre le Ferrari sono lente e vengono superate da Raikkonen, che però viene penalizzato, e Grosjean. Leclerc e Vettel si sbarazzano del francese della Haas, mentre Albon supera Ricciardo ed è terzo, l’agognato podio è vicino, ma non sono lontani nemmeno i due della Mercedes, ma il terzo posto gli basta. Hamilton vince. Raikkonen è in zona punti, nono posto.