302 CONDIVISIONI
Giro d'Italia
24 Maggio 2021
17:34

Bernal domina al Giro d’Italia nel nome di Pantani: “È il mio idolo”

Egan Bernal ha vinto la sedicesima tappa del Giro d’Italia e messo un’ipoteca sul successo finale nella ‘Corsa Rosa’. Il ciclista colombiano ha imposto distacchi importanti ai diretti concorrenti e, a fine gara, ha riservato un pensiero al ‘pirata’: “Per me è sempre stato un idolo oltre che un grande ciclista. A casa ho un suo poster”.
A cura di Maurizio De Santis
302 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Giro d'Italia

Una vittoria nel segno di Marco Pantani. Egan Bernal doma il Passo Giau, vince la sedicesima tappa del Giro d'Italia, tiene stretta a sé la maglia ciclamino, ipoteca la vittoria per la 104sima edizione della ‘Corsa Rosa' e dedica un pensiero all'ex campione italiano di ciclismo. Per farlo, cita una curiosa coincidenza: "Siamo nati nello stesso giorno". Anche se in anni differenti: 1970 per il ‘pirata', 1997 per il colombiano che nella frazione odierna, ridotta a causa del maltempo da 212 a 153 chilometri, impone distacchi importanti agli avversari: 1'18" su Ciccone e Carthy, 2'11" su Vlasov e 2'37" su Yates, 24'05" su Evenepoel. "Durante il percorso il pubblico mi urlava qualcosa su di lui – racconta il corridore sudamericano nelle interviste del dopo gara -. Per me è sempre stato un idolo oltre che un grande ciclista. A casa ho un suo poster".

Da Sacile (Pordenone) a Cortina d'Ampezzo (Belluno) è la sagoma di Bernal a caratterizzare il percorso. Nonostante le condizioni proibitive del tempo – motivo che ha spinto i ciclisti a chiedere con decisione la revisione del tracciato agli organizzatori – ha chiuso sul traguardo con un vantaggio di ben 27″ su Bardet e Caruso, lasciati alle spalle.

Non c'è stata la suggestione del Passo Pordoi né della discesa del Fedaia (cancellati dalla tappa per la neve, il vento gelido e il rischio di trovare la strada ghiacciata) a fare da cornice ma la prestazione di Bernal è stata ugualmente da incorniciare. Peccato che nessuno abbia potuto godere dello spettacolo offerto dal colombiano considerati i problemi con la diretta TV che ha lasciato l'appuntamento più atteso del Giro senza immagini. "Sono contento, vincere con questa maglia è importante. Tappa dura e con freddo, in questi casi bisogna tirare fuori la grinta. Volevo fare qualcosa di speciale: ci credevo e ci sono riuscito anche perché la squadra ha creduto in me". 

302 CONDIVISIONI
44 contenuti su questa storia
Egan Bernal a Milano vince il Giro d'Italia 2021, sul podio Damiano Caruso e Yates
Egan Bernal a Milano vince il Giro d'Italia 2021, sul podio Damiano Caruso e Yates
Giro d'Italia, Yates vince la 19a tappa e lancia la sfida a Egan Bernal
Giro d'Italia, Yates vince la 19a tappa e lancia la sfida a Egan Bernal
Daniel Martin vince la 17a tappa del Giro d'Italia, in difficoltà la maglia rosa Egon Bernal
Daniel Martin vince la 17a tappa del Giro d'Italia, in difficoltà la maglia rosa Egon Bernal
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni