Nicolò Zaniolo è inarrestabile. Nella sfida vinta dalla Roma contro il Napoli, il talento giallorosso è andato a segno per la quarta volta consecutiva tra Serie A e Europa League. Il feeling con i tifosi giallorossi è sempre più forte, per un ragazzo che ha saputo trasformare le critiche in stimoli, conquistando la scena. In un'intervista ai microfoni dell'Uefa, il classe 1999 ha parlato dei suoi obiettivi, dimostrando anche grande umiltà: stuzzicato sulla prospettiva di indossare un giorno la maglia numero 10 di Totti, Zaniolo ha rivelato di non sentirsi all'altezza della casacca della grande gloria capitolina.

Zaniolo e gli obiettivi della Roma nell'intervista all'Uefa

La Roma, anche in emergenza, gioca bene e vince. Tra i protagonisti della squadra di Fonseca c'è Nicolò Zaniolo che contro il Napoli ha timbrato il cartellino del gol per la quarta partita consecutiva. In un'intervista al massimo organo calcistico continentale, il giovane talento si è detto ottimista sul nuovo corso giallorosso: "Un trofeo? Penso possa essere la stagione giusta. Dipende tutto da noi, da come approcciamo le partite, da come ci alleniamo giorno dopo giorno. Le vittorie si costruiscono in anni. Credo però che abbiamo tutto per poter dire la nostra, spetta soltanto a noi".

La nuova Roma di Fonseca può fare una grande annata, Zaniolo è fiducioso

Quello che è certo è che la nuova Roma crede nelle proprie potenzialità. Il terzo posto in classifica dei giallorossi parla chiaro e Zaniolo non può che essere fiducioso, anche se non bisognerà montarsi la testa: "La Roma quest'anno è cambiata molto ma penso sia cambiata in positivo perché siamo un gruppo giovane con al fianco giocatori più esperti e forti, che ci aiutano. C'è il giusto mix per fare una grande annata. Ce ne sono tutti i presupposti, adesso tocca a noi giocare bene per risollevare la Roma e portarla nei posti in cui merita".

Zaniolo e la maglia di Totti

A livello individuale, grande umiltà per Nicolò Zaniolo. Le ultime prestazioni fanno sognare i tifosi della Roma, che vedono in lui il potenziale nuovo Totti. Piedi per terra per Nicolò che risponde così alla possibilità un giorno di indossare la maglia numero 10, eredità pesantissima del Pupone: "Sono un giocatore che può dare tanto, ma che deve ancora migliorare tanto. L' accostamento a Totti? Penso che per qualsiasi giovane essere accostato a Francesco sia una grandissima emozione. Però devo dire che io sono Zaniolo, devo migliorare e tanto: di Totti ce n'è uno. Io devo continuare su questa strada. Se un giorno mi proponessero di accettare la n.10 non accetterei, non ci penserei neanche. Terrei la mia, e' una forma di rispetto verso il capitano. Non proverei nemmeno a dire di si".