Victor Osimhen è un nuovo giocatore del Napoli. Dopo giorni di trattative, il club partenopeo ha infatti ufficializzato l'arrivo del giovane attaccante nigeriano del Lille: acquistato da Aurelio De Laurentiis per circa 70 milioni di euro più 10 di bonus. Il ventunenne nato a Lagos e soprannominato ‘Humble Victor' dai tifosi francesi, a partire dalle prossime settimane si allenerà dunque insieme ai ragazzi di Rino Gattuso, con i quali condividerà le emozioni della Serie A e della Champions League 2020/2021.

A pochi minuti dall'annuncio ufficiale della società campana, Osimhen ha voluto dedicare il suo passaggio al Napoli ai due genitori scomparsi con un breve tweet pubblicato sul suo profilo: "Mamma e Papà, sarete sicuramente orgogliosi di me". Il padre del giocatore nigeriano è infatti morto nel maggio scorso. La madre addirittura prima: "Ho perso mia mamma in ottobre, non ricordo nemmeno l'anno – ha spiegato l'attaccante, in una recente intervista – Ero piccolo. Tre mesi dopo, mio ​​padre perse il lavoro. È stato molto difficile per la nostra famiglia".

La sua seconda casa

Il calcio ha però cambiato la vita di Osimhen, e il suo trasferimento in Italia è attualmente il punto più alto della sua giovane carriera. Napoli è pronta ad accoglierlo, la squadra a dargli tutto il sostegno per inserirsi al meglio in un paese e in un calcio completamente diversi da quello transalpino. La sua seconda casa sarà dunque Castel Volturno, come ha ammesso anche lui stesso con un altro tweet inequivocabile: "Napoli come Lagos". Diventato l'acquisto più costoso della storia del club napoletano, Osimhen ha firmato un contratto di 5 anni con opzione per quello successivo e uno stipendio di circa 4 milioni a stagione.