L'Inter torna a pensare a Dries Mertens, l'attaccante belga del Napoli che potrebbe lasciare il club azzurro senza trovare l'accordo per il rinnovo. Le ultime voci che vedono il club azzurro e il giocatore più distanti per una mancata intesa sull'ingaggio riaprono la pista che porterebbe Mertens a Milano per l'estate, sfruttando anche i buoni rapporti tra le società confermati dalla trattativa Politano. Potrebbe essere il belga la reale alternativa a Sanchez. Il cileno dovrebbe essere riscattato dal Manchester United per 12 milioni ma al momento non ha ancora convinto Conte.

Mertens-Napoli, mancato accordo

Alexis Sanchez potrebbe lasciare l'Inter a fine stagione e i soldi risparmiati per un suo riscatto (12 milioni) riconvertiti per l'acquisto di Dries Mertens in uscita dal Napoli. Il giocatore belga per restare in azzurro ha rilanciato a 7.5 milioni il proprio stipendio contro gli attuali 4.5. Troppi per De Laurentiis che ha proposto la stessa cifra più 1 milione di bonus per un calciatore che ha comunque 33 anni. Così, si sta provando a reinserire nella discussione anche l'Inter che era interessata al belga anche nelle due passate sessioni di calciomercato.

Offerta Inter: 5 milioni per 2 anni

L'idea nerazzurra è quella di rispedire al mittente Sanchez: Conte si è accorto che la coppia Lautaro-Lukaku è perfetta, che Esposito ha qualità da campione, che 12 milioni di euro potrebbero essere investite diversamente, magari proprio su Mertens. L'offerta di base c'è già: non si toccano i 7.5 milioni ma 5 milioni a stagione, l'Inter li garantisce senza problemi. Il tutto su contratto biennale. Un'idea che non dispiace a Conte che avrebbe più soluzioni in avanti ed esperienza in campo.

Il pressing per Kumbulla

Intanto, continuano anche trattative per altri reparti. Come in difesa dovesi sta premendo per avere una risposta immediata da parte del Verona per il giovane centrale Kumbulla: i primi contatti ci sono.  Il giocatore ha parlato spesso con Marotta e Ausilio e il feeling tra le parti c’è ma c'è anche una agguerrita concorrenza internazionale: sull’albanese ci sono anche il City, lo United, il Bayern Monaco e l’Everton e il prezzo sta salendo sempre più. Adesso si è arrivati a 20 milioni.