Il Milan evita la prima sconfitta in campionato grazie ad un eccezionale Theo Hernandez. Ottimo Parma a San Siro, capace di portarsi sul doppio vantaggio con Hernani prima e Kurtic poi. I ragazzi di Liverani però non avevano fatto i conti con l'esterno francese capace di riacciuffare gli ospiti con una bella doppietta. In una serata complicata la squadra di Pioli riesce comunque a mantenere l'imbattibilità, portandosi a più tre sull'Inter. Occasione sfumata per il Parma che sale a quota 11.

Milan, prima l'infortunio di Gabbia e poi la rete di Hernani

La serata del Milan inizia male, con Pioli che dopo 5’ è costretto a perdere Gabbia per infortunio (distorsione al ginocchio). Emergenza totale in difesa per i rossoneri che con Kjaer fuori gioco si affidano al giovane Kalulu. Poco prima del quarto d’ora, il neoentrato è troppo “morbido” nel concedere a Gervinho la possibilità di servire ad Hernani il pallone che vale lo 0-1. Lo schiaffo ducale, sveglia il Milan che trova il pareggio con Castillejo, annullato dal Var per un fuorigioco millimetrico. Che la dea bendata non sia dalla parte del Milan lo si capisce nel finale di frazione, con il triplo legno colpito dai padroni di casa: prima il palo di Diaz e la traversa di Calhanoglu nel giro di pochi secondi, e poi ancora un altro palo ancora del turco direttamente su calcio di punizione.

Quattro pali per il Milan, botta e risposta Kurtic-Hernandez

Pioli prova ad invertire la rotta e in avvio di ripresa si affida alla velocità di Hauge e Leao, al posto di Castillejo e Diaz. Il copione della gara però non cambia, e infatti il Milan deve fare i conti con l’ennesimo palo della serata, il quarto colpito ancora da Calhanoglu con una poderosa conclusione di destro. Il Parma però è sornione e alla prima occasione castiga nuovamente i rossoneri, con il perfetto inserimento di Kurtic che approfitta del vuoto lasciato dai difensori per sfruttare un assist dalla destra di Hernani. Una mazzata per la capolista che ha il merito però di rientrare subito in partita con il bel colpo di testa di Hernandez abile ad inserirsi su calcio d’angolo. Il francese è in stato di grazia e nel recupero è proprio lui a segnare la rete del definitivo 2-2. Una staffilata all'angolino per l'esterno che regala al suo Milan un punto prezioso in una serata tutt'altro che fortunata.

Il tabellino di Milan-Parma

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Gabbia (5′ Kalulu), Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer (75′ Tonali); Castillejo (46′ Hauge), Diaz (46′ Leao), Calhanoglu; Rebic. All. Pioli
PARMA (4-3-2-1): Sepe; Iacoponi, Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani (87′ Busi), Brugman, Kurtic (74′ Sohm); Karamoh (67′ Cyprien), Gervinho; Cornelius (67′ Inglese). All. Liverani
Ammoniti: Hernandez (M), Osorio (P), Iacoponi (P), Inglese (P), Calabria (M), Kalulu (M)
Marcatori: 13′ Hernani (P), 56′ Kurtic (P), 58′ e 91′ Hernandez (M)