L'Europa sta presentando diverse sfaccettature di reazione alla pandemia di coronavirus. In più Paesi il calcio vive momenti opposti, con chi ha già deciso di porre fine alla stagione regolare (Francia, Olanda, Belgio), chi è sempre più in dubbio sulla ripartenza (Spagna e Italia) e chi sembra oramai essere pronto alla ripartenza (Inghilterra e Germania). E poi c'è chi ha trovato conferma assoluta sulla possibilità di ritorno in campo, come in Svizzera dove è arrivato l'ok da parte del Governo.

Dunque, il campionato elvetico ha una data certificata per ridare appuntamento in campo: l'8 giugno 2020. Il Governo svizzero ha dato l'ultimo via libera e così il calcio può tornare a essere praticato con la conclusione della stagione regolare in tempi utili per concluderla e prepararsi alla prossima. Ovviamente tutto si svolgerà a tempo indeterminato a porte chiuse ma è un aspetto marginale davanti alla notizia che tutto riprenderà.

Il via libera del Consiglio Federale

Il Consiglio federale svizzero ha ufficialmente allentato l'allerta sanitaria attorno alla popolazione a seguito della pandemia di coronavirus. Non fa eccezione lo sport che dunque, con le dovute cautele e attenzioni, potrà tornare ad essere praticato in ogni sua forma. A partire dal prossimo 8 maggio quando riapriranno tutte le attività. Un segnale importante, mentre tra i grandi campionati si vive una scelta contraddittoria tra la Francia che ha già chiuso tutto e la Germania che nella giornata di giovedì dovrebbe ottenere il lasciapassare per tornare a giocare.

Al via dalla 24a giornata

La Superleague si era fermata bruscamente alla 23a giornata, ma adesso a distanza di qualche settimana tutto può ripartire. Il contagio in Svizzera è piano piano regredito lasciando sul campo più di 1700 vittime. Con i dati in calo degli ultimi giorni il Governo ha deciso di riaprire le attività, tra cui il calcio. Si ripartirà con il duo in testa formato da San Gallo e Young Boys che si stanno giocando il titolo.,