Oggi è il giorno della Supercoppa Italiana 2019. La vincitrice dello scudetto, la Juventus di Maurizio Sarri, affronta la detentrice della Coppa Italia, la Lazio di Simone Inzaghi. La sfida, in programma questa sera con calcio d’inizio fissato alle ore 17.45 italiane (19.45 ora locale), si giocherà al “King Saud University Stadium” di Riyadh, in Arabia Saudita, e sarà trasmessa in esclusiva in diretta tv su Rai 1, con collegamento a partire dalle 17.30.

Supercoppa Italiana 2019: la ‘bella' tra Juventus e Lazio

Quella di questa sera sarà dunque la quinta volta che i bianconeri e i biancocelesti si affrontano per conquistare il trofeo. Nei quattro precedenti il bilancio è di perfetta parità con i capitolini che hanno avuto la meglio nelle edizioni 1998 e 2017, e la Vecchia Signora in quelle 2013 e 2015. Piemontesi invece nettamente in vantaggio (8 contro 4) per numero di Supercoppe già in bacheca e per finali disputate (questa sarà la 15a, solo l’8a invece per la formazione romana).

L’arbitro: la prima volta di Calvarese

Ad arbitrare la gara di questa sera sarà Gianpaolo Calvarese. Costanzo e Peretti saranno gli assistenti di linea, Maresca sarà il quarto uomo mentre al Var ci saranno Giacomelli e Alassio. Per l’arbitro della sezione di Teramo sarà una prima assoluta: per il fischietto 43enne si tratta infatti della prima direzione in una Supercoppa Italiana e in un match in cui si affrontano Juventus e Lazio.

Cosa succede in caso di parità al termine dei 90’ regolamentari

Detto ciò, andiamo ora a vedere qual è e cosa dice il regolamento della manifestazione. Posto che anche in questo caso è previsto previsto l’utilizzo dei sistemi Goal Line Technology (GLT) e Video Assistant Referees (VAR), sono soltanto due le principali novità rispetto a quanto avviene nelle gare del massimo campionato. Innanzitutto, quella che stabilisce che se, al termine dei 90 minuti regolamentari, il risultato sarà in parità, si disputeranno due tempi supplementari della durata di 15 minuti ciascuno. Perdurando la parità anche al termine dei due tempi supplementari, l’arbitro provvederà a far battere i calci di rigore che stabiliranno quale tra le due compagini porterà a casa l’ambito trofeo.

Sostituzioni e tempi supplementari

L’altra riguarda invece il numero di sostituzioni. Come riporta infatti il comunicato ufficiale n. 82 del 5 novembre 2019 diramato dalla Lega di Serie A: "Durante la gara potranno essere sostituiti tre calciatori per ogni squadra indipendentemente dal ruolo ricoperto. Nel caso di disputa dei tempi supplementari, sarà consentito a ciascuna squadra effettuare un’ulteriore sostituzione, indipendentemente dal fatto che abbia già utilizzato o meno tutte quelle consentite. Per maggiore chiarezza, se sono state effettuate meno di tre sostituzioni durante i tempi regolamentari, una squadra potrà effettuare fino a quattro sostituzioni totali se la gara proseguirà con i tempi supplementari".