Dejan Stankovic potrebbe tornare in Italia, questa volta nelle vesti di allenatore. L'ex centrocampista di Inter e Lazio e attuale tecnico della Stella Rossa di Belgrado, con cui sta facendo un ottimo lavoro, nei giorni scorsi ha incontrato Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, a Roma. Oggetto della discussione, valutare la possibilità di accettare l'incarico alla guida dei liguri a partire dalla prossima stagione.

Stankovic primo nome per la Sampdoria

Secondo le indiscrezioni del Secolo XIX, l'imprenditore romano sarebbe pronto ad attuare una rivoluzione nell'organigramma tecnico dei blucerchiati e Stankovic si troverebbe in pole come nuovo tecnico. In effetti, Claudio Ranieri, che tanto bene sta facendo sulla panchina dei doriani, non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione sul proprio futuro e Ferrero è un presidente che già in passato ha abituato ai colpi di scena. Er Viperetta, come è stato soprannominato il produttore cinematografico, vorrebbe ringiovanire la sua Sampdoria e, per farlo, potrebbe decidere di puntare su un allenatore emergente come il serbo, che ha anche già maturato qualche esperienza in campo internazionale.

Le alternative al serbo

Le alternative a Stankovic non mancano. Si tratta di allenatori giovani o che sono esplosi negli ultimi tempi. Sulla lista di Ferrero figurano, infatti, anche Paolo Zanetti, guida di un Venezia sorprendentemente al quinto posto in Serie B, e Vincenzo Italiano, tecnico dello Spezia rivelazione del campionato. Sullo sfondo restano, invece, i nomi di allenatori più collaudati come quello di Leonardo Semplici, impegnato nella lotta salvezza con il Cagliari, Rolando Maran, disoccupato dopo l'ultima fallimentare esperienza al Genoa, Roberto D'Aversa e Luca Gotti, sotto contratto rispettivamente con Parma e Udinese. Scartati dopo essere stati valutati, infine, i nomi di Giovanni Stroppa, da poco esonerato dal Crotone, e dell'ex Parma e Lecce Fabio Liverani.

La rivoluzione in dirigenza

La rivoluzione che ha in mente Ferrero dovrebbe toccare anche il ramo societario: a cambiare potrebbero essere anche diversi dirigenti, gli addetti allo scouting e al settore giovanile. In particolare, per la carica di nuovo direttore sportivo dei blucerchiati sembrerebbe essere una corsa a due tra Daniele Faggiano, ex Genoa, e Davide Vagnati, attuale ds del Torino.