Sorride solo la Lazio nel pomeriggio di Serie A. Nelle gare delle 15 valide per la 22ª giornata di campionato, l'unico successo è quello dei biancocelesti, che dominano e battono 5-1 la SPAL. Restano a secco Atalanta e Milan davanti ai propri tifosi, rispettivamente contro Genoa (2-2) e Verona (1-1). Un brutto passo falso per entrambe le squadre nella corsa all'Europa.

Lazio-SPAL 5-1

All'Olimpico è gara a senso unico, sin dai primi minuti di gioco. Lo 0-0 resiste appena tre minuti, il tempo che impiega Ciro Immobile a sbloccare il punteggio.Tanto basta alla SPAL per sgretolarsi: Caicedo raddoppia al quarto d'ora, poi ancora Immobile e lo stesso Caicedo portano il risultato sul 4-0 dopo soli 38 minuti di partita. L'incontro, di fatto, finisce all'intervallo. Nella ripresa Simone Inzaghi concede qualche minuto al giovane Bobby Adekanye (entrato al posto di Caicedo) che si toglie anche lo sfizio di centrare il suo primo gol nel massimo campionato. E' di Missiroli il gol della bandiera per la SPAL.

Milan-Verona 1-1

Il Milan, privo di Zlatan Ibrahimovic, fallisce l'appuntamento con la quarta vittoria consecutiva in campionato e conferma anche i passi indietro sul piano del gioco, che si erano già notati in occasione della vittoria sul Brescia. Contro il solito, ottimo Verona di Juric i rossoneri passano anche in vantaggio ad inizio gara, in virtù della rete di Faraoni. Poi, faticosamente, ristabiliscono la parità con una punizione deviata di Calhanoglu poco prima dell'intervallo. Nel corso del secondo tempo gli ospiti restano in 10 uomini a causa dell'espulsione di Amrabat, ma il Milan non riesce ad approfittarne: poche le occasioni create, tanti i rimpianti per Pioli e i suoi.

 

Atalanta-Genoa 2-2

La partita facile che si attendevano i tifosi dell'Atalanta inizia con il piede giusto: Toloi su azione di calcio d'angolo sblocca il risultato al 12′ e sembra mettere in discesa il pomeriggio della Dea. Il Genoa però è animato da uno spirito combattivo e torna subito in partita con il pareggio di Criscito dal dischetto. L'inerzia dell'incontro cambia e il Grifone trova addirittura il vantaggio, con un bel guizzo di Sanabria in area nerazzurra. Anche in questo caso la risposta è immediata e porta la firma di Ilicic, che segna il 2-2 e sembra apparecchiare tutto per un secondo tempo arrembante per l'Atalanta. Gli uomini di Gasperini, invece, faticheranno a proporsi con la solita brillantezza e non riusciranno a sfruttare le occasioni create dalle parti di Perin.