Il ‘Living Room Challenge‘ lanciato un paio di settimane fa sui social network da parte di Cristiano Ronaldo ha ovviamente raccolto migliaia di sfidanti. Tanti follower che hanno provato a battere il campione portoghese, tra i suoi oltre 20 milioni, ma anche tanti amici, colleghi, atleti ed ex campioni. Tutti, prima o poi hanno seguito l'esempio di Cr7 e si sono ripresi mentre, nell'isolamento della propria casa a causa della pandemia, si cimentavano con la sfida: 45 secondi di tempo e il maggior numero di ripetizioni.

Cristiano Ronaldo ne ha fatte tante, 142 ma non sufficienti per non essere superato. Non da tutti, ovviamente, ma chi l'ha fatto è stato sorprendente. Altri atleti si sono impegnati ma non sono riusciti nemmeno ad avvicinarsi, dalla giovane stella del calcio internazionale Haaland, al velocista Tortu, al cestista Belinelli. Poi, ci ha pensato una donna, Caster Semenya a frantumare il primato del portoghese: 176 ripetizioni in 45 secondi, una autentica impresa al momento imbattuta.

‘Nonno' Clarence contro Cr7

Tra chi però è riuscito a battere il fenomeno portoghese della Juventus c'è stato anche una vecchia conoscenza del calcio italiano e internazionale: Clarence Seedorf. L'ex stella d'Olanda, ha raccolto la sfida di Cr7 e a 44 anni ha provato a superare il campione portoghese, riuscendoci. Di poco, ma Seedorf ha superato Cristiano, 143 a 142. Una sfida epica giocata e vinta sul fil di lana.

Seedorf rilancia la sfida via social

Seedorf ovviamente, non è stato l'unico a vincere il confronto a distanza con Ronaldo visto che anche il francese Matuidi, compagno in bianconero, aveva fatto meglio. Ma l'impresa di Seedorf è avvalorata dalla differenza d'età e dal fatto che non è più in attività. Alla fine del video, l'olandese ha chiosato con i suoi follower: "E voi quanti ne fate? State al sicuro e rimanete a casa!". La challenge è ripartita.