Non c'è niente da fare, tra José Mourinho e Mesut Ozil il rapporto non potrà mai essere tranquillo. Il centrocampista dell’Arsenal, che sta attraversando un periodo da separato in casa dopo che Mikel Arteta lo ha escluso da tutte le liste ad inizio stagione, ormai è un vero e proprio influencer sui social e si diletta spesso a rispondere ai tifosi su Twitter. Se qualche settimana fa si era espresso sulla competitività della Serie A, ieri il centrocampista campione del mondo con la Germania nel 2014 ha affermato che preferirebbe il ritiro piuttosto che andare a giocare al Tottenham. Subito è nato un grande dibattito intorno alla provocazione del tedesco, che ha infiammato l’accesa rivalità tra i due club londinesi.

In merito alle parole di Ozil oggi è arrivata anche la risposta di José Mourinho, attuale manager degli Spurs ed ex tecnico del calciatore tedesco. Alla domanda di un giornalista nella conferenza stampa che precede la sfida di Premier League con il Fulham: "Cosa risponde a Ozil che ha detto che preferirebbe ritirarsi che firmare per il Tottenham?", lo Special One ha risposto così: "Ma chi ha detto a Ozil che il Tottenham è interessato a lui?".

Insomma, pane al pane e vino al vino. Il rapporto tra Mesut Ozil e José Mourinho è stato molto complicato ai tempi del Real Madrid, dal 2010 al 2013, e per questo i due non si risparmiano mai le frecciate. I due arrivarono al faccia a faccia nello spogliatoio del Santiago Bernabeu nell'annata dopo la “Liga dei 100 punti” e lo spogliatoio si spaccò definitivamente: a fine anno l'allenatore lusitano andò via e tornò al Chelsea.

L'umorismo del calciatore tedesco non è piaciuto a Mou, che si è sentito chiamato in causa e ha risposto per le rime al suo ex giocatore dimostrandosi ancora una volta un maestro quando c'è da lavorare a livello di comunicazione. Questo battibecco verbale sta facendo molto discutere in Inghilterra e potrebbe non essere finito.