Nuova tegola in casa Roma: durante l’allenamento di lunedì mattina Antonio Mirante ha avvertito un dolore al ginocchio sinistra, riacutizzarsi di un vecchio problema, e questa mattina dopo una risonanza magnetica è arrivato il responso che è stato valutato dal professor Mariani: l'esame ha evidenziato una lesione del menisco mediale con indicazione ad una meniscectomia mediale selettiva artroscopica. Sempre questa mattina il secondo portiere giallorosso è stato sottoposto all'intervento ed è riuscito perfettamente. Sono ancora da valutare i tempi di recupero ma il calciatore comincerà domani il protocollo riabilitativo e sarà costretto a rimanere fermo per circa trenta giorni.

Potrebbe star fuori circa un mese e rientrare a metà marzo saltando così le sfide contro Atalanta, Lecce, Cagliari e Sampdoria: in assenza di Mirante il vice di Pau Lopez sarà Daniel Fuzato. Il terzo portiere sarà, invece, il giovane Matteo Cardinali che già è stato convocato in qualche occasione dal tecnico Paulo Fonseca. Cambiano così le gerarchie a causa dell'infortunio di Mirante.

Il comunicato della Roma

Questo il comunicato della società giallorossa in merito all'infortunio e all'operazione a cui è stato sottoposto Antonio Mirante:

Durante l’allenamento di lunedì, Antonio Mirante ha avvertito il riacutizzarsi di un vecchio problema al ginocchio sinistro. Il giocatore questa mattina è stato sottoposto a una risonanza di controllo e a una successiva valutazione con il Professor Mariani che ha confermato una lesione del menisco mediale con indicazione ad una meniscectomia mediale selettiva artroscopica. L’intervento è stato effettuato stamattina ed è riuscito perfettamente. Mirante inizierà domani il protocollo riabilitativo, la cui evoluzione determinerà la prognosi precisa per il rientro.