Né Gent, né Cagliari. Lorenzo Pellegrini salterà le prossime due partite della Roma per infortunio, l'una in Europa League (ritorno dei sedicesimi di finale dopo il successo dell'Olimpico) e l'altra in campionato. È l'ennesimo stop per problemi muscolari che colpisce la formazione di Fonseca come confermato dagli esami ai quali il calciatore s'è sottoposto a Villa Stuart.

Il report medico sull'infortunio di Pellegrini

Cosa si è fatto il centrocampista e quanto tempo dovrà stare fuori? Un problema agli adduttori lo ha costretto ad abbandonare in anticipo il campo durante la gara contro il Lecce (il tecnico lo sostituì alla fine del primo tempo). I test hanno segnalato  che si tratta di "una lieve lesione muscolare". Una brutta notizia per l'allenatore portoghese, spesso condizionato nelle scelte per le assenze forzate. Una brutta notizia per il calciatore che sta vivendo un momento particolare anche alla luce della recente contestazione nei suoi confronti.

Quali e quanti partite è costretto a saltare

Quali sono i tempi di recupero? Pellegrini dovrà stare fermo per circa venti giorni (i tempi stimati per il recupero dall'infortunio), un periodo di tempo che gli impedirà di essere a disposizione per i prossimi 3 impegni in calendario che attendono i giallorossi: si tratta di Gent (ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League), Cagliari (26a giornata, 1° marzo) e Sampdoria (27a giornata, 8 marzo).

  • Chi giocherà al suo posto? Le scelte di Fonseca sono abbastanza scontate: Mkhitaryan è l'unico "pronto" considerato che sono fuori per infortunio anche Zaniolo e Pastore.
  • Quando potrà rientrare? C'è una data fissata in calendario per il rientro in campo di Lorenzo Pellegrini. L'obiettivo è sì averlo a disposizione contro la Sampdoria ma il 15 marzo (in occasione della partita contro il Milan) sembra la più plausibile.