La Scarpa d'Oro Ciro Immobile, il Napoli vincitore della Coppa Italia e la Juventus campione d'Italia. Sono i tre vincitori per Roberto Mancini, il ct della nazionale che ha twittato il suo giudizio finale per una stagione lunghissima e tormentata. Il tecnico dell'Italia ha così ‘sentenziato' indicando nella squadra di Gattuso, in quella di Sarri e nel bomber della Lazio i tre punti più alti del nostro calcio.

“È stato un anno difficile e una stagione complicata. Complimenti alla Juventus per lo Scudetto, al Napoli per la vittoria della coppa Italia e a Ciro Immobile per aver vinto la scarpa d’oro!”.

Ovviamente il primo applauso va per i  bianconeri, campioni d'Italia per la 36a volta, la nona consecutiva, un record che sarà difficilissimo solo da avvicinare. Tante le sconfitte, ben 7 ma anche le vittorie, sufficienti per scacciare fino all'ultimo il ritorno dell'Inter di Conte, che ha chiuso ad una lunghezza di distanza. Tante critiche per gioco e continuità, con Sarri nel mirino ma anche la conferma di una egemonia sempre più radicata nel panorama calcistico italiano.

Poi, il Napoli, reduce da una stagione bifronte, con Ancelotti all'inizio e con Gattuso alla fine. Se il principio è stato difficile, "un incidente" come lo ha definito il presidente De Laurentiis, il finale è stato in crescendo in vista di un progetto che deve consolidarsi con il lavoro e la preparazione. La vittoria in Coppa Italia contro la Juventus è stata fondamentale per dare un senso alla stagione, con un trofeo che ha rappresentato il primo successo ufficiale per Gattuso come allenatore e ha ridato smalto ad una piazza che per una volta non è stata seconda a nessuno.

Infine, Ciro Immobile che ha conquistato due obiettivi straordinari: la Scarpa d'Oro e la classifica dei cannonieri della Serie A con il record eguagliato di Gonzalo Higuain ai tempi del Napoli con 36 centri in altrettante partite in calendario. Una escalation che sicuramente farà bene anche in ottica azzurra visto che l'attaccante laziale sarà un punto di riferimento anche per la Nazionale in vista degli Europei che si disputeranno nel 2021.