La Juventus ha chiuso l’operazione Bryan Reynolds. Il club bianconero ha definito gli ultimi dettagli trovando l'accordo totale con i Dallas per l'acquisto del giocatore. Il terzino destro americano andrà in prestito al Benevento fino a giugno. L'operazione di fatto è stata portata avanti in sinergia con il club campano che potrà sfruttare il fatto che la Juventus non è in grado in questo momento tesserare giocatori non comunitari. Il giallorossi potranno sfruttare il giocatore in una posizione di campo in cui Pippo Inzaghi sta avendo anche diverse assenze.

Reynolds andrai prestito al Benevento fino a giugno e sarebbe previsto anche il prolungamento di un altro anno in Campania in caso di permanenza in A. La Juventus ha battuto la concorrenza della Roma e del Brugge che negli ultimi giorni hanno provato fino all'ultimo a convincere i Dallas a non cedere il giocatore i bianconeri. Il club di Agnelli ha chiuso l'affare con la società statunitense sulla base di una cifra che si aggira a circa 6/8 milioni di euro.

La Juventus prende Bryan Reynolds: operazione in sinergia con il Benevento

Terzino destro di 19 anni dotato di grande velocità, dinamismo e tecnica. Queste alcune delle caratteristiche di Bryan Reynolds che hanno convinto la Juventus a puntare su questo giocatore. Il suo trasferimento in Italia è cosa fatta con i bianconeri che si aggiudicano un giocatore di cui si parla un gran bene. In Serie A era seguito anche dalla Roma mentre nel resto d'Europa è stato il Brugge a premere sull'acceleratore senza però riuscire a convincere Dallas.

Il giocatore sarà presto a Torino con Pirlo che però dovrà attendere la prossima stagione prima di poterlo avere a disposizione. Il giocatore sarà infatti girato in prestito al Benevento anche per sfruttare questo periodo di tempo in cui la Juventus non può tesserare giocatori non comunitari, per conoscere al meglio il nostro campionato. Il club campano avrà a disposizione Reynolds fino a giugno anche se le due società hanno una base d'accordo anche per tutta l'intera stagione in caso di permanenza in Serie A della squadra di Pippo Inzaghi. Ma se ne riparlerà più avanti.