In casa Real Madrid sono stati riscontrati altri due casi di contagio da Coronavirus. Lo ha confermato poche ore fa lo stesso club di Florentino Perez, attraverso una nota ufficiale pubblicata sul sito internet: "Il Real Madrid CF comunica che i giocatori Casemiro e Hazard hanno dato risultati positivi nei test COVID-19 effettuati venerdì mattina. I tamponi di tutti gli altri giocatori, dello staff tecnico della prima squadra, nonché di tutti i dipendenti del club che lavorano direttamente con loro, hanno invece dato esito negativo".

A pochi giorni dalla vittoria in Champions League contro l'Inter, alla quale non aveva partecipato Eder Militao a causa della sua positività, Zinedine Zidane si trova dunque costretto a rivedere i suoi piani in vista della partita al ‘Mestalla'. In occasione della trasferta di Valencia, il tecnico non potrà infatti contare su Militao e sugli infortunati Carvajal, Odriozola e Nacho. L'unica notizia positiva è invece il possibile ritorno in campo di Odegaard.

Casemiro e Hazard pronti a tornare per il match con l'Inter

Entrambi asintomatici, Casemiro e Hazard non hanno dunque partecipato all'ultimo allenamento con i compagni e ora dovranno rispettare il protocollo e rimanere in isolamento fino ai prossimi tamponi, saltando non solo gli impegni con il Real Madrid ma anche le convocazioni delle due rispettive nazionali. Il loro ritorno in campo potrebbe a questo punto avvenire in occasione della gara della decima giornata del campionato spagnolo: in programma a Madrid, contro il Villarreal, il prossimo 21 novembre alle ore 16.15. Una partita che anticiperà di quattro giorni l'importante e decisivo big match di Champions League dei ‘Blancos': quello dello stadio ‘Meazza' di Milano contro l'Inter