Lo Spezia batte 3-1 il Chievo nel ritorno dei playoff di Serie B e conquista la finale per l'accesso in massima serie (la prima della sua storia). Decisivi i gol di Galabinov (nel primo tempo) e di Maggiore e Nzola nella ripresa per i liguri che ribaltano l'iniziale 2-0 dell'andata dei veneti. La squadra di Aglietti, quasi mai in partita, nel finale apre incredibilmente la gara con il gol della bandiera, su rigore, ad opera di Leverbe.

Spezia trova il gol con Galabinov e poi spreca con Nzola

Sospinto dalle urla del proprio pubblico che sostava fuori dallo stadio, lo Spezia ha iniziato benissimo nei primi minuti per rimontare il 2-0 dell'andata in favore del Chievo. E dopo neanche 2′ infatti Galabinov, su cross di Bartolomei da destra, ha incornato di testa la palla che è valsa l'1-0 in favore dei liguri che ha fatto esplodere i presenti al ‘Picco'. Ma la pressione della squadra di Italiano non si è allentata. Col Chievo schiacciato, proprio sugli esterni lo Spezia ha fatto la partita. Fin quando la squadra di Aglietti non ha trovato le misure e preso confidenza con la partita. Ha fatto fatica, per i primi 45′, ad entrare in partita, il giovane talento Vignato che è rimasto un po' in ombra inizialmente prima di accendersi, solo nel finale di tempo, con una fiammata. Lo Spezia ha creato tante altre occasioni però con Maggiore protagonista di un tiro dalla distanza e di Ricci sempre abile a creare. Ma la vera palla gol ce l'ha avuta sui piedi Nzola, lanciato tutto solo a rete davanti al portiere del Chievo, si è fatto incredibilmente immobilizzare da quest'ultimo che ha evitato il 2-0 che sarebbe valso il pareggi nel doppio confronto.

Maggiore e Nzola la chiudono, brivido Laverbe nel finale

Lo Spezia nella ripresa però si è comportato proprio come all'inizio della prima frazione: attaccando. E dopo 5′ infatti il pressing sulla difesa del Chievo dà i suoi frutti. Vitale da sinistra con un'intuizione anticipa il movimento senza palla di Maggiore, servendolo e mettendo quest'ultimo davanti alla porta e bravo a mettere in rete la palla del 2-0. Neanche il tempo di festeggiare che lo Spezia trova anche il gol del 3-0. Un lancio di Terzi dalla difesa scavalca banalmente un Rigione molto superficiale consentendo a Nzola di trovarsi davanti a Semper e realizzare il tris dei liguri ormai a un passo dalla finale. A questo punto i ragazzi di Italiano gestiscono al meglio il vantaggio ma nel finale il Chievo trova il gol che incredibilmente poteva riaprire il match grazie al rigore di Leverbe, ma la reazione dei veneti era ormai tardiva per portarsi a casa una finale che francamente meritava senza dubbi lo Spezia.