109 CONDIVISIONI

Pioli risponde a Maldini sul suo ruolo al Milan: “Non sono solo, sono sempre sostenuto dal club”

Pioli risponde a Maldini sul suo ruolo al Milan: le parole dell’allenatore rossonero nella conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Frosinone.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Vito Lamorte
109 CONDIVISIONI
Immagine

"Non commento quello che dice Paolo. A lui e a Massara sarò sempre riconoscente per avermi portato qui. Ma io non sono solo, sono sempre sostenuto dal club". Così Stefano Pioli ha risposto alle parole di PaoloMaldini, che aveva parlato dell'allenatore del Milan e del suo nuovo ruolo nell'intervista rilasciata a La Repubblica.

In merito alla partita contro il Frosinone il tecnico rossonero ha dichiarato: "Noi dobbiamo opporre un livello di gioco alto. Di Francesco sta facendo un grande lavoro e loro arriveranno con fiducia e entusiasmo. Noi vogliamo dare continuità alla vittoria contro la Fiorentina, perché i punti da fare sono tanti".

L'allenatore del Milan ha parlato anche del pranzo con Gerry Cardinale il giorno dopo la sconfitta in Champions League contro il Borussia Dortmund: "È stato un incontro molto positivo e molto costruttivo: sicuramente è uno stimolo in più per il mio lavoro e per il lavoro della squadra".

Immagine

In merito a quali siano le sue responsabilità nei problemi del Milan, Stefano Pioli replica ammettendo di credere ancora nella rimonta in vetta: "Ci sono sempre, poi dipende da quelle che si danno nei successi e negli insuccessi. I bilanci ora sono limitati. Ho detto solo una cosa alla squadra: per il campionato mancano 25 partite, se qualcuno di noi qua dentro non crede di poter raggiungere Inter e Juve giovedì non si sarebbe dovuto presentare agli allenamenti. Si sono presentati tutti, anche perché sono pagati per farlo. Io sono convinto che abbiamo un gruppo compatto; soprattutto nei momenti negativi c'è stata compattezza e questo è stata una risorsa".

Pioli ha parlato anche della strada da prendere per uscire da questo momento complicato: "Vincendo, è inutile girarci tanto intorno. Servirà fare una partita seria, vera, con intensità e con qualità. Con la Fiorentina siamo stati attenti, domani dobbiamo fare lo stesso. Le vittorie ti danno quell'entusiasmo. Qui cerchiamo sempre di essere positivi, ma ora è il momento di dimostrare sul campo che siamo competitivi".

109 CONDIVISIONI
Leao sente la mancanza di Maldini al Milan e si candida come prossimo rigorista: “Ora tocca a me”
Leao sente la mancanza di Maldini al Milan e si candida come prossimo rigorista: “Ora tocca a me”
Pioli infastidito in TV dalla domanda di Matri su Leao dopo Milan-Bologna: "Ancora?"
Pioli infastidito in TV dalla domanda di Matri su Leao dopo Milan-Bologna: "Ancora?"
Pioli elenca le sue favorite per la vittoria dell'Europa League: non c'è il Milan, ma l'Atalanta
Pioli elenca le sue favorite per la vittoria dell'Europa League: non c'è il Milan, ma l'Atalanta
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni