490 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Festival di Sanremo 2024

Perché Geolier si è presentato a Sanremo vestito con la tuta del Napoli: non è solo tifo

Geolier è il nome d’arte di Emanuele Palumbo, 23 anni, che si esibisce al Festival 2024 proponendo un brano (“I p’ me, tu p’ te”) il cui testo è interamente in dialetto. Il club partenopeo ha annunciato una collezione speciale disegnata dal cantante.
A cura di Maurizio De Santis
490 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Dress code elegante". È il messaggio che il rapper napoletano, Geolier, ha scritto a corredo del post che ha condiviso nella serata di ieri quando, in occasione del red carpet dei 30 cantanti in gara al Festival di Sanremo 2024, ha indossato la tuta del Napoli di colore bianco (con pantaloni blu scuro).

Non è solo questione di tifo: non è affatto un mistero che faccia il tifo per gli azzurri, tanto che il 4 giugno scorso, nel corso della serata in cui il club festeggiò ufficialmente la conquista dello scudetto, c'era anche lui tra gli ospiti al Maradona. C'è anche dell'altro, quella che la società del presidente, Aurelio De Laurentiis, annuncia come una collaborazione artistica che mescola passione e marketing.

Per la prima volta nella storia del Club, la SSC Napoli presenta una collaborazione artistica con un protagonista della scena musicale napoletana, italiana ed internazionale – si legge nella nota apparsa sul sito ufficiale della società partenopea -. Geolier ha disegnato personalmente la collezione che sarà in vendita da oggi, alle ore 14:30, sul webstore ufficiale del Club. Tutto il Club è accanto a Geolier e alla musica napoletana sul palco di Sanremo.

La collezione speciale, infatti, è stata messa in vendita a partire da oggi, nel giorno della prima serata dell'evento canoro, sul webstore ufficiale del Club. Alle 14.30 è stata diffusa la nota della società, in pochi minuti il sito degli azzurri è stato invaso dagli accessi dei tifosi.

Quali sono gli indumenti offerti? Si tratta di una maglia colorata in due modi differenti, che ha nella parte anteriore uno dei testi dell'artista e su quella posteriore il numero 10 che richiama la storia dei partenopei e quel ricordo di Diego che si tramanda di padre in figlio.

Chi è Geolier? Emanuele Palumbo, è il nome dell'artista 23ennenato e cresciuto nel quartiere Secondigliano, che sul palco del Teatro Ariston si esibirà proponendo un brano il cui testo è interamente in dialetto. "I p’ me, tu p’ te", è il titolo della canzone che ha alimentato critiche, fatto storcere un po' il naso ai puristi della lingua e sollevato obiezioni proprio per la composizione delle strofe (è il caso dello dello scrittore Maurizio De Giovanni) e per quella scelta.

"Non c'è un ragazzo da nord a sud che non sappia chi è Geolier – le parole di Amadeus in conferenza stampa in replica alle obiezioni sulla decisione di accogliere quel brano -. Quando si è presentato con il suo testo, l'ho ascoltato e posso dire di conoscerlo e di comprenderlo avendo la moglie napoletana (Giovanna Civitillo, originaria di Vico Equense, in Penisola sorrentina). La sua musica è ascoltata in tutta Italia".

490 CONDIVISIONI
759 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views