Patrick Cutrone potrebbe essere il primo colpo di calciomercato della nuova Fiorentina di Beppe Iachini. La dirigenza viola dopo aver dato il benservito a Montella e affidato la panchina all'ex centrocampista, sta tentando l'affondo per il giovane centravanti italiano. Discorsi avviati con il Wolverhampton, con l'ex Milan che sarebbe pronto a cambiare aria e tornare in Serie A, dopo una prima parte di stagione assai complicata in Premier League

Patrick Cutrone alla Fiorentina, le ultime notizie sulla trattativa di mercato con il Wolves

La Fiorentina è al lavoro per i primi colpo di calciomercato del 2020. Nel mirino c'è Patrick Cutrone, giovane attaccante ex Milan trasferitosi nella scorsa estate al Wolverhampton. La dirigenza viola ha deciso di puntare con decisione sul bomber dell'Under 21, anche alla luce dell'infortunio di Ribery, e del flop di Pedro che finora non ha convinto. Se il giocatore potrebbe gradire un ritorno in Italia, bisognerà convincere i Wolves in una trattativa che potrebbe chiudersi con la formula del prestito.

Cutrone-Fiorentina, i dettagli della trattativa

La soluzione giusta potrebbe essere quella del prestito con obbligo di riscatto, legato alle partite giocate. Bisognerà però trovare l'accordo sulle cifre visto che la Viola potrebbe mettere sul piatto 15 milioni di euro, mentre gli inglesi sembrano intenzionati a non scendere sotto i 20 (avendo speso 18 milioni per l'acquisto di Cutrone dal Milan, a cui potrebbero spettare altri 4 milioni legati ai bonus). La sensazione è che nei prossimi giorni potrebbe essere raggiunto un'intesa tra le parti anche alla luce degli introiti che potrebbero finire nelle casse della Fiorentina dalla cessione di Pedro.

I numeri deludenti di Cutrone al Wolverhampton, perché il giocatore può tornare in Italia

A favorire l'operazione poi potrebbe essere lo stesso Cutrone. Quest'ultimo sembra intrigato dalla prospettiva di cambiare aria e tornare in Italia dopo i primi mesi difficili al Wolverhampton. 24 presenze complessive (raramente da titolare), con 3 gol e 4 assist all'attivo. Con il passare del tempo Cutrone è scivolato nel dimenticatoio, basti pensare che negli ultimi due mesi ha collezionato in campo appena 13 minuti, con 6 partite vissute interamente in panchina e la tribuna nell'ultimo match contro il Liverpool. I tempi per un addio all'Inghilterra sembrano già maturi.