Come sta Nicolò Zaniolo e come procede il suo recupero? Il talento della Roma continua a lavorare seguendo il programma di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Risultati positivi, per un calciatore che però sarà costretto a saltare Euro 2020. Al momento infatti il suo rientro in campo dovrebbe essere previsto per luglio quando potrà lavorare con la formazione giallorossa in ritiro per preparare la nuova stagione.

Roma, come sta Nicolò Zaniolo e come procede il recupero dall'infortunio al ginocchio

Il 12 gennaio scorso Nicolò Zaniolo, in occasione del match contro la Juventus, ha rimediato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Un infortunio gravissimo che lo ha costretto a finire sotto i ferri. Da allora, dopo il periodo convalescenza, è iniziato il lungo percorso di recupero con il programma di riabilitazione. Il talento classe 1999 sta lavorando duro a Trigoria pr cercare di recuperare il prima possibile, senza però correre il rischio di eventuali infortuni bis. Sedute individuali, sia presso il centro sportivo capitolino che a casa per non perdere la massa muscolare per un ragazzo che però dovrà rimandare il ritorno in campo alla prossima stagione.

Quando tornerà in campo Zaniolo, Nicolò salterà gli Europei

Nessuna possibilità infatti di vedere Zaniolo in campo con la Nazionale per gli Europei in programma a giugno 2020. Come confermato dal Corriere dello Sport, il calciatore ha deciso con la Roma e lo staff medico dell'Italia di proseguire con calma nel percorso di riabilitazione, senza alcuna fretta. Il fine è quello di tornare al top nella prossima stagione, facendosi trovare pronto dunque per il ritiro estivo dei giallorossi, in programma a luglio. Una situazione che di certo non piace a Zaniolo che avrebbe voluto rappresentare l'Italia nella rassegna continentale, anche alla luce delle grandi aspettative riposte nei suoi confronti. Il ragazzo però avrà tempo in futuro per prendersi la scena, con l'intenzione di non correre rischi di nuovi e gravi infortuni. Per ora appuntamento alla prossima settimana, quando è in programma un nuovo controllo per valutare le condizioni del ginocchio, dopo le prime settimane di lavoro.