Il Napoli si fa beffare nel finale dal Cagliari. Al ‘Maradona' finisce 1-1 con la rete di Nandez che arriva al 94′. Gli azzurri erano passati in vantaggio con il gol di Osimhen nel primo tempo per poi farsi raggiungere dalla rete dell'uruguaiano praticamente a tempo scaduto. Ora la squadra di Gattuso rischia di essere scavalcata dalla Juventus e crollare al quinto posto.

Primo tempo di marca azzurra con il gol di Osimhen

Il Napoli ha iniziato subito la partita con il piglio giusto. Atteggiamento molto propositivo da parte della squadra di Gattuso che ha iniziato a costruire subito le azioni più pericolose sugli esterni con Insigne a sinistra e la spinta di Di Lorenzo a destra. Ma il gol che sblocca la gara arriva dopo soli 13′ quando il Cagliari perde palla su una rimessa laterale a suo favore e gli azzurri non perdonano. Demme appoggia la palla per Insigne che la prolunga in verticale alle spalle della difesa dei sardi trovando Osimhen che è bravo a difendere la sfera dal ritorno di Godin e trafiggere Cragno incolpevole sull'azione.

Da quel momento in poi gli azzurri si scrollano di dosso la pressione della partita e continuano ad attaccare la squadra di Semplici. Un'altra occasione per Osimhen e la punizione di Insigne, sono le azioni più pericolose del Napoli prima della fine dei primi 45′. Ma il Cagliari alla mezz'ora ha comunque avuto la possibilità di trovare il pareggio con una doppia occasione. Sul cross dalla sinistra di Carboni arriva lo stacco di Pavoletti che impegna di testa Meret, che si fa aiutare dal palo, sulla ribattuta si fionda Nandez che a botta sicura da due passi colpisce la spalla del portiere.

Nella ripresa il Napoli chiude il Cagliari nella propria metà campo

Il secondo tempo inizia un po' come si era conclusa la prima frazione, ovvero con il Napoli che è sembrato subito in pieno controllo della partita e capace di poter mettere in difficoltà gli avversari in qualsiasi momento. Osimhen ha subito l'occasione di sfiorare il secondo gol. Koulibaly è bravo a far passare la palla alle spalle della difesa sarda servendo Zielinski che, al volo, appoggia in mezzo per il colpo di testa dell'attaccante nigeriano con la palla che finisce di un soffio a lato.

Il Cagliari non riesce a respirare e il Napoli prova ad approfittarne. Bellissimo taglio di Lozano sul lancio di Insigne che sponda in aerea verso Osimhen che riesce ad anticipare Godin in allungo ma non inquadra la porta. Ma l'azione più discussa della ripresa arriva poco dopo quando lo stesso Osimhen, oggi a dir poco scatenato, trova il raddoppio, ma l'arbitro punisce il nigeriano per una leggera spinta su Godin. Gol annullato e grandi proteste azzurre. Nel finale di gara Pavoletti ha sfiorato la rete del pareggio con una girata meravigliosa in area di rigore azzurra, ma Meret è strepitoso con una parata miracolosa che salva il risultato del Napoli. Ma la doccia fredda arriva al 94′ con Nandez che gela il ‘Maradona' con una rete che può allentare gli azzurri dalla corsa Champions.